Home > Lavoro e Formazione > Aria compressa: tre passaggi per ridurre al minimo i costi

Aria compressa: tre passaggi per ridurre al minimo i costi

scritto da: Claudia Marchi | segnala un abuso

Aria compressa: tre passaggi per ridurre al minimo i costi


Che l’aria compressa sia una delle utility più importanti e fondamentale per tantissime aziende e settori, non è certamente una novità. Quello che forse non sappiamo o non conosciamo a fondo è che ci troviamo di fronte ad un grandissimo consumatore di energia. Se ne deduce che qualsiasi sistema che punta a garantire un notevole risparmio all’interno dei sistemi di aria compressa può avete un impatto decisivo sui costi aziendali e sull’ambiente circostante.

Possiamo iniziare la nostra operazione di minimizzazione costi seguendo questi passaggi:

1 - Analisi dell’installazione

Prima di installare i macchinari ad aria compressa, è sempre opportuno contattare il nostro produttore per pre-valutare l’installazione, così da calcolare in maniera approssimativa i costi energetici e le emissioni di anidride carbonica che si possono ridurre.

2 - Ottimizza il consumo di energia

Una soluzione per ridurre il consumo energetico complessivo è recuperare il calore scartato, riutilizzandolo all’interno del ciclo di produzione. Il recupero di calore può essere utilizzato, ad esempio, per preriscaldare l'alimentazione idrica utilizzando una caldaia ad acqua calda oppure i radiatori di riscaldamento.ù

Un’altra modalità per ottimizzare l'installazione del compressore è tramite l'uso di un sistema di controllo centrale, tramite un controller centrale. Questo collega tutti i compressori e gli essiccatori con l’obiettivo di ridurre la banda di pressione generale ed eliminare quindi la necessità di una pressione di esercizio più elevata.

3 - Monitora la tua installazione

I sistemi di monitoraggio da remoto possono offrirci una visione molto completa della produzione di aria compressa. Questi non solamente controllano e confermano le soluzioni di risparmio, ma aiutano anche a prevedere potenziali problemi futuri. Il sistema tiene inoltre costantemente traccia delle modifiche alla produzione e ci informa anche sui miglioramenti futuri.

 

Per qualsiasi dubbio a riguardo, è comunque sempre consigliabile consultare il parere un esperto di aria compressa, soprattutto se si tratta di argomenti che riguardano il funzionamento corretto ed estremamente sicuro di un sistema. Vi consigliamo quindi di contattare un concessionario ufficiale di Atlas Copco, il leader mondiale per quel che concerne l’aria compressa.

Noi vi suggeriamo Cenci Aria Compressa, concessionario ufficiale e partner per i compressori a Piacenza, Reggio Emilia, Parma, Cremona, Lodi e Pavia. Grazie all’impegno costante, alla professionalità e all’affiatamento delle risorse umane che compongono l’azienda, Cenci è riuscita a soddisfare un vasto mercato, affermandosi sia nel settore industriale che nelle costruzioni, conquistando la fiducia delle maggiori società presenti nelle zone di competenza.

aria compressa | consumi | risparmio energetico |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Strategie di pricing per dropshipping: come determinare i tuoi prezzi nel 2021


Costi di acquisto e di manutenzione di un compressore per officine - Romautomotive


Assistenza compressori e utensili? Ci pensa Cenci S.r.l.!


Romautomotive vendita di attrezzature per autofficine e gommisti a Roma e nel Lazio


Vendita compressori a Roma scegli la qualità da Romautomotive


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Composizione e impiego degli acciai speciali

Gli acciai speciali, altrimenti definiti acciai legati, contengono, oltre al ferro e al carbonio, altri elementi chimici in percentuale tale da conferire al prodotto proprietà particolari. Solitamente gli elementi aggiunti sono: nichel, cromo, molibdeno, silicio, rame, piombo, manganese, tungsteno, ecc. Questi elementi speciali aggiunti negli acciai, oltre a produrre variazioni di caratteristiche e proprietà, determinano lo spostamento dei punti critici, un ritardo dell’inizio della trasformazione e l’aumento della durata della trasformazione.A seconda della lega, un impiego (continua)

L’importanza della piegatura nella lavorazione della lamiera

Cos’è una lamiera? Il termine “lamiera” identifica una placca metallica (di acciaio, rame, ottone o alluminio) derivata dalla trasformazione di bramme, ovvero prodotti semilavorati siderurgici a sezione rettangolare, e sono ottenute attraverso una colata continua di metallo allo stato liquido. A seconda della funzione a cui viene destinata tale lastra, le sue caratteristiche possono ess (continua)

Le tecniche di smussatura per un lavoro impeccabile

La smussatura è una delle lavorazioni meccaniche che serve per preparare i metalli alla saldatura. Si tratta, in particolare di quell’operazione di preparazione degli angoli, che fornisce loro una particolare forma adatta ad accogliere al meglio il procedimento della saldatura.Gli strumenti da utilizzare Per effettuare questa lavorazione vengono utilizzate le smussatrici, ovvero macchine ideate per eseguire smussi o cianfrini per mezzo di frese. A influire sulla scelta di tale (continua)

Tutto sull’acciaio antiusura: caratteristiche e applicazioni

Scegliere la giusta lamiera antiusura è importante: incrementa la performance e la produttività di attrezzature e componenti. Le qualità degli acciai antiusuraAffidarsi all’utilizzo di acciai speciali permette di ottenere prodotti finiti in grado di far fronte a importanti sollecitazioni, riducendo eventuali problematiche da consumo. Questa tipologia di acciai speciali resiste infatti alle sollecitazioni dell’usura e degli sfregamenti con durezze decisamente superiori ai normali acciai da costruzione, anche in (continua)

Taglio delle lamiere: funzionamento e vantaggi del taglio al plasma

Una delle procedure più vantaggiose ed efficiente per tagliare con facilità qualunque tipo di lamiera è il taglio al plasma. Ma come funziona e perché conviene? Procedimento per effettuare il taglio Ossitaglio, taglio a getto d'acqua, plasma, laser sono solo alcune delle tecniche che possono essere impiegate per tagliare diversi tipi di lamiere. La tecnologia più diffusa nel mondo dell’industria e di cui ti parleremo oggi è quella del taglio al laser, un procedimento brevettato nel 1995 da Robert Gage per la Union Carbide.  Basandosi su (continua)