Home > Cultura > Diritti Umani per una base comune fra i popoli

Diritti Umani per una base comune fra i popoli

scritto da: Scientology Brescia | segnala un abuso

Diritti Umani per una base comune fra i popoli


Sono stati distribuiti a Gargnano, altri 60 libretti che illustrano, in modo semplice, i Diritti Umani sanciti nel 1948 e che costituiscono una base comune e laica fra le diverse popolazioni e culture.

I Diritti Umani sono valori universali.

I volontari della campagna "Uniti per i Diritti Umani" hanno distribuito, in luoghi ad elevata frequentazione, opuscoli che illustrano i Diritti Umani e la loro storia.

Ogni persona, di qualsiasi provenienza, accetta e condivide la promozione dei Diritti Umani così come sanciti nel 1948, dalla Organizzazione delle Nazioni Unite e li divulga all'interno dei propri gruppi. Per farlo, può utilizzare i materiali di "Uniti per i Diritti Umani".

Sono diritti condivisi da tutti, senza distinzione di razza o di credo e costituiscono quindi quella base comune, necessaria premessa alla nascita di una sana integrazione basata sul rispetto delle diversità e la condivisone di attività sociali.

Le persone hanno accettato questa promozione, ben consapevoli che una sempre maggiore cultura possa migliorare l'integrazione fra i diversi popoli.

La campagna educativa.

In un mondo in cui le persone vengono continuamente bombardate da preoccupanti informazioni sui media in merito a violazioni dei diritti umani, violazioni che vanno da attacchi con gas mortali alla tratta di esseri umani, dalla povertà alla carestia creata dall’uomo, pochi comprendono i propri diritti e ancora meno sanno come esercitarli.

Fedeli alla loro lunga tradizione di paladini della causa della libertà per tutti, la Chiesa di Scientology e i suoi membri cercano di porvi rimedio sponsorizzando una delle più ampie iniziative di sensibilizzazione pubblica per l’educazione sui diritti umani: United for Human Rights [Uniti per i Diritti Umani] e la sua componente indirizzata ai giovani Youth for Human Rights [Gioventù per i Diritti Umani].

Queste campagne sono le azioni che rispondono a quanto scritto da L. Ron Hubbard: “sostenere sforzi davvero umanitari nel campo dei diritti dell’Uomo”.

Le mete di queste organizzazioni senza scopo di lucro, aconfessionali, sono duplici: insegnare ai giovani i propri diritti inalienabili, aumentando quindi in modo considerevole la consapevolezza nell’ambito di un’unica generazione; presentare inoltre petizioni ai governi affinché attuino e facciano rispettare le disposizioni della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite presentata nel 1948, che costituisce il più alto esempio mondiale sui diritti umani, e rendano obbligatoria l’istruzione scolastica sui diritti umani.

 


Fonte notizia: http://it.humanrights.com/home.html


Diritti Umani | Hubbard | Scientology | Anima | Mente |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

UNITI PER I DIRITTI UMANI - Speciale presentazione tenuta presso la Chiesa di Scientology di Milano


La Chiesa di Scientology per l’educazione sui Diritti Umani


Apprendere i Diritti Umani - SERVIZI ON-LINE PER L’ISTRUZIONE


Diritti Umani: ricordare le vittime dell'olocausto


Diritti Umani: ricordare le vittime dell'olocausto


In tutto il mondo si celebra la Dichiarazione Universale Dei Diritti Umani


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Dianetics in cosa consiste ?

Dianetics in cosa consiste ?
Errori, comportamenti sbagliati, ansie sono purtroppo esperienze fin troppo comuni per ognuno di noi. La mente ci affianca in ogni istante della nostra esistenza. Da un lato è uno strumento magnifico dall'altro ci crea dei fortissimi disagi.  L. Ron Hubbard ha scoperto la fonte di incubi, irragionevoli paure, turbamenti, incertezze e malattie psicosomatiche: la mente reattiva. Nel suo libro Dianetics: la Forza del Pensiero sul Corpo egli ha descritto dettagliatamente la mente reattiva e ha descritto una tecnologia semplice, pratica e facile da insegnare per prevalere su questa mente e raggiungere lo stato di Clear. Dianetics è questa t (continua)

La morte e le vite passate

La morte e le vite passate
La morte è la fine di tutto, è una anticamera ad un giudizio finale o è un nuovo inizio ? Domanda affascinante e dibattuta. Il soggetto filosofico della morte.Quando si discutono i fenomeni della morte, si tocca probabilmente il soggetto filosofico più universalmente ponderato. Per di più, specialmente considerando che la popolazione oltre l’età di sessantacinque anni è notevolmente cresciuta, stiamo effettivamente trattando una questione di interesse. In risposta a tutto ciò che la morte rappresenta, come grande prome (continua)

Scientology e la sua pratica dell'auditing

Scientology e la sua pratica dell'auditing
In Scientology, oltre allo studio dei testi di L. Ron Hubbard esiste una pratica religiosa particolarmente significativa e svolta a livello individuale. Si tratta dell'auditing, una assistenza spirituale. La filosofia e la tecnica di assistenza spirituale.Sebbene gli aspetti puramente filosofici dell’opera di L. Ron Hubbard siano sufficienti, di per se stessi, a migliorare questa civiltà, solamente l'assistenza spirituale, chiamata auditing, fornisce un itinerario preciso che chiunque può percorrere, un esatto cammino verso stati di consapevolezza spirituale, più elevati.La meta dell’auditing è que (continua)

L. Ron Hubbard, una vita per capire l'Uomo

L. Ron Hubbard, una vita per capire l'Uomo
Ognuno di noi in vari momenti della vita fa una valutazione dei traguardi conseguiti o mancati nella propria vita. Ma c'è un metodo per valutare la qualità di una vita ? Hubbard ne ha proposto uno e lo ha utilizzato per valutare la sua. Valutare in base a criteri.Vi sono solo due criteri per giudicare se una vita sia stata degna di essere vissuta: una persona è riuscita a realizzare i propri fini? E la gente è contenta che quella persona sia vissuta? In questo scritto la risposta di L. Ron Hubbard  La gente spesso ha desiderato che scrivessi un'autobiografia e sebbene sia perfettamente disposto a farlo, se ne avessi il (continua)

Scientology, L'Uomo e l'anima

Scientology, L'Uomo e l'anima
In questo scritto del 1956 L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology, conduce l'uomo alla riscoperta dell'anima, come fatto scientifico. Far sapere all'uomo che è un'animaTanto tempo fa l’uomo sapeva di avere un’anima; sarebbe stato scioccato se gli fosse stato detto che un giorno si sarebbe dovuto scrivere un libro per informarlo, come scoperta scientifica, che ne possedeva una. Eppure ciò è l’argomento di questo libro. Non tratta della tua anima. Non ha il proposito di dirti di essere buono o cattivo o cristiano o yogin. È s (continua)