Home > Ambiente e salute > Gli Edifici a Energia Quasi Zero (nZEB) e Passivhaus – binomio perfetto per l’efficientamento energetico!

Gli Edifici a Energia Quasi Zero (nZEB) e Passivhaus – binomio perfetto per l’efficientamento energetico!

articolo pubblicato da: claudiamarchi | segnala un abuso

Gli Edifici a Energia Quasi Zero (nZEB) e Passivhaus – binomio perfetto per l’efficientamento energetico!

Un edificio a energia quasi a zero genera innegabili vantaggi in termini economici e di comfort se realizzato a partire da una Passivhaus.

Fatta questa doverosa premessa, è facile comprendere come sia meglio realizzare prima un edificio con caratteristiche Passivhaus e poi eventualmente dotarlo di impiantistica ad energie rinnovabili.

Prima di trarre le conclusioni, dobbiamo partire dalla base e confrontare una Passivhaus con un edificio a energia zero:

-          le Passivhaus puntano a raggiungere un bilancio energetico molto basso a partire dalla domanda energetica dell’edificio ed all’ottenimento di un elevato comfort termo-igrometrico, tramite l’utilizzo di involucri edilizi ad alta tenuta all’aria, elevati spessori di isolamento termico ed infissi ad alte prestazioni;

-          gli Edifici a Energia quasi Zero riescono ad azzerare maggiormente il loro fabbisogno energetico annuale tramite l’efficientamento degli apporti energetici, sfruttando, quindi, le energie derivanti da fonti rinnovabili, il riscaldamento e raffrescamento solare passivo e l’illuminazione naturale, non sempre quindi con significativi risultati in termini di contenimento delle dispersioni energetiche.

Entrambi gli edifici, Passivhaus e ad Energia quasi Zero, hanno l’obiettivo di ridurre al massimo la quantità di energia proveniente da fonti fossili utilizzata per il riscaldamento o il raffrescamento. La riduzione delle dispersioni energetiche dovrebbe essere la priorità.

Un edificio a energia quasi zero porta a vantaggi in termini economici e di comfort se realizzato a partire da una Passivhaus. Dunque meglio se prima si realizza un edificio con caratteristiche Passivhaus e poi, eventualmente, dotarlo di impiantistica ad energie rinnovabili.

Ad ogni modo pochissimi edifici a energia quasi zero, in un mare di inefficienza energetica, possono fare molto poco per ridurre le attuali emissioni di anidride carbonica.

Per iniziare un percorso di miglioramento, bisogna pensare di partire con la riqualificazione e la costruzione di edifici più efficienti e, successivamente, pensare di utilizzare le energie rinnovabili sugli edifici.

Tanti edifici residenziali esistenti, purtroppo, non hanno superficie coperta sufficiente e, tanto meno, l’orientamento e l’esposizione al sole adeguati per poter rendere fattibile un edificio a energia quasi zero, mentre il raggiungimento delle prestazioni energetiche di una Passivhaus potrebbe essere più attuabile e meno difficoltoso.

Le compagnie energetiche potrebbero avere le carte in regola e le possibilità per occuparsi di sviluppare progetti per le energie rinnovabili su ampia scala e dismettere gli impianti a carbone e, in generale, dalle fonti fossili.

A lungo termine, questa sarebbe la soluzione, che avrebbe maggior impatto sulla società, perché comporterebbe la diminuzione collettiva dei costi e dell’impatto ambientale degli edifici.

In conclusione, si può serenamente dire che, se ognuno facesse la propria parte, l’impatto delle nostre azioni darebbe un beneficio a favore di tutti e del pianeta.

edifici a energia quasi zero | passivhaus | efficienza energetica |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

GEA BY GREEN ENERGY PARTNER CASACLIMA


EDILIZIA GREEN IN ITALIA: CRESCE L’ECONOMIA E MIGLIORA L’AMBIENTE


Rinnovabili.it presenta Fingreen specialista del Risparmio Energetico in Trentino


Axpo Italia e Axpo Energy Solutions scendono in campo per rispondere alle sfide energetiche


Perché l’Isolamento Termico sarà una grande storia di successo in Europa”


MYDATEC ALL’AZERO TOUR 2017 PER ADERIRE ALLA MISSIONE DEGLI EDIFICI A ENERGIA QUASI ZERO


 

Stesso autore

Architetti: quali ruoli svolgono e quali sono le competenze richieste?

Architetti: quali ruoli svolgono e quali sono le competenze richieste?
Quella dell’architettura è una delle professioni più antiche al mondo. Un lavoro pieno di responsabilità, se consideriamo che è in grado di unire la creatività e l’estro alla razionalità della pianificazione, della creazione e della progettazione di edifici adibiti ai più differenti ambiti: commerciale, residenziale, urbanistico. Un la (continua)

La cosmetica conto terzi, cosa è? Di che cosa si occupa?

 <h1>Facciamo un piccolo viaggio in un’azienda di cosmetica conto terzi per scoprire cosa produce e in che modo riesce a soddisfare le esigenze dei clienti</h1> Tra pochi giorni si svolgerà ad Amsterdam il PLMA 2019 “Il Mondo del Marchio del Distributore” a cui parteciperanno professionisti del settore, provenienti da oltre 120 paesi che visiteranno la fi (continua)

Unità interna condizionatore: tipologie e differenze

Unità interna condizionatore: tipologie e differenze
La scelta del miglior impianto di climatizzazione passa anche dall’individuazione del numero ideale e della tipologia corretta delle unità interne, in maniera tale che siano il più possibile adatte alle nostre esigenze. In commercio troviamo varie soluzioni: a parete, canalizzate da incasso, a soffitto o a pavimento. Vediamo in cosa si differenziano e come scegliere quella che (continua)

Affettatrici a volano: da chi acquistare

Affettatrici a volano: da chi acquistare
  Vorreste acquistare un’affettatrice a volano made in Italy di grande qualità ma non sapete a chi rivolgervi? Ecco qualche consiglio per voi! Chi ha detto che affettare salumi non possa diventare una forma d’arte? Nella terra del Prosciutto di Parma e del Culatello si prestano amorevoli cure in tutte le fasi di vita degli affettati: la preparazione e la stagionatura, fa (continua)

Assistenza compressori e utensili? Ci pensa Cenci S.r.l.!

Assistenza compressori e utensili? Ci pensa Cenci S.r.l.!
  Hai bisogno di una ditta qualificata per ricevere assistenza sui compressori e gli utensili utilizzati in azienda? Contatta Cenci S.r.l.!   L’aria compressa è una fonte di energia fondamentale per tutte le industrie e le sue applicazioni sono innumerevoli; non esiste un comparto produttivo che non sia dotato di macchinari, attrezzature, utensili, sistemi e componenti ch (continua)