Home > Cultura > Il Preside denuncia il consumo di droga tra i ragazzi

Il Preside denuncia il consumo di droga tra i ragazzi

articolo pubblicato da: ignazio deriu | segnala un abuso

Il Preside denuncia il consumo di droga tra i ragazzi

 

Le innumerevoli attività di prevenzione all'uso di droga che stanno avvenendo a Cagliari grazie alle attività dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, stanno portando sempre più testimonianze di quanto la droga sia parte del nostro tessuto sociale e di quanto i ragazzi che la consumano siano vittima di informazione sbagliata e di un sistema del quale si sentono quasi ai margini.

 

“I giovani di oggi fumano, si ubriacano e finiscono per perdere il contatto con la realtà – ha detto il preside che i volontari hanno incontrato quasi per caso durante una delle distribuzioni di materiale informativo – alla loro età noi non eravamo santi e c'era chi tra noi faceva l'esperienza della droga. Ma avevamo valori, eravamo combattenti, qualcuno lottava per la filosofia di appartenenza oppure si finiva coi figli dei fiori, ma sempre c''era una volontà di scoprire. Oggi, buttati per strada a fare a pezzi gli sforzi di educarli dei genitori, certi ragazzi hanno finito per dare così tanto valore alla droga da aver perso se stessi”.

 

Il fatto che una testimonianza come questa arrivi da una persona che tali responsabilità nei confronti dell'educazione dei ragazzi, deve far riflettere. “La droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” disse il filosofo L. Ron Hubbard. Gli effetti di questa cultura sbagliata, accondiscendente nei confronti della droga, dimostra che il vicolo cieco ha la forma di una canna e la pista che porta alla morte si chiama droga. La vita libera dalla droga è l'unico obbiettivo da porci lavorando coi ragazzi perché ne conoscano i reali effetti.

Cagliari | droga | scientology | hubbard |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

MICHELANGELO GIORDANO: “LE STRADE POPOLARI” è il disco d'esordio dell’artista escluso da Sanremo per i “troppi voti”


Quer pasticciaccio brutto de via Peio che Marino ha ignorato


DOPO L’ECCELLENTE RISULTATO DELLA PRIMA EDIZIONE RITORNA AD ABANO TERME LA MOSTRA “DICO NO ALLA DROGA”


CONFEDERCONTRIBUENTI, L' USURA NON SI COMBATTE CON PROVOCAZIONI MA CON PROPOSTE ED AZIONI A FAVORE DELLE VITTIME


Mondo Libero dalla Droga a Cascina


Fondazione Mondo Libero dalla droga


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Nel Lungomare Poetto si divulgano i Diritti Umani

Nel Lungomare Poetto si divulgano i Diritti Umani
            Saranno altre centinaia i libretti “la storia dei Diritti Umani” che verranno distribuiti nella serata di martedì 18 giugno nel bellissimo lungomare Poetto di Cagliari. Come ormai consuetudine, i volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology non si fanno sfuggire la possibilità di inform (continua)

I volontari olbiesi all'assalto della droga

I volontari olbiesi all'assalto della droga
Pronti con altre centinaia di libretti informativi contro gli effetti devastanti dovuti al consumo di droga, i volontari olbiesi di Fondazione per un mondo Libero dalla Droga e della chiesa di Scientology, nella serata di martedì 18 giugno, informeranno i cittadini affinché, in primis i ragazzi, decidano di non provare nemmeno lo sballo.   Troppo spesso i volontari, nel fare (continua)

La detenzione forzata è una violazione e avviene anche a Cagliari

La detenzione forzata è una violazione e avviene anche a Cagliari
  Un interessante dibattito è scaturito nella, serata di lunedì 17 giugno, tra i volontari dell’Associazione Uniti per i Diritti Umani e gli studenti della Facoltà di Magistero a Cagliari. Una studentessa particolarmente sensibile al problema delle violazioni nel campo dei Diritti Umani, ha denunciato senza mezzi termini: “il TSO (Trattamento Sanitario Obblig (continua)

“A Sestu sono l’unico sopravvissuto all’eroina degli anni ‘80”

“A Sestu sono l’unico sopravvissuto all’eroina degli anni ‘80”
  Con il consueto impegno che li contraddistingue, nella serata di lunedì 17 giugno, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology hanno inondato le strade di Sestu, di libretti informativi sulle conseguenze che le droghe causano a breve e lungo termine. Particolarmente interesdsante e inquietante la dichiarazione di un cittadino che mostrand (continua)

Riprendono a UTA le iniziative di prevenzione alla droga

Riprendono a UTA le iniziative di prevenzione alla droga
            Dopo qualche settimana di interruzione per dare spazio agli altri paesi limitrofi, riprendono a Uta nella giornata di martedì 18 giugno le iniziative dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa d Scientology. La pressione dei volontari sugli spacciatori è pari a quella che gli stessi criminali s (continua)