Home > Cultura > I Diritti Umani iniziano da Cagliari

I Diritti Umani iniziano da Cagliari

articolo pubblicato da: ignazio deriu | segnala un abuso

I Diritti Umani iniziano da Cagliari

Si fanno sempre più vive e numerose le iniziative che il gruppo Uniti per i Diritti Umani sta portando avanti a Cagliari al fine di far conoscere i trenta articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani ai cittadini.

 

Spinti da quanto affermò il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard che disse che “i diritti umani devono essere resi una realtà non un sogno idealistico”, i volontari di settimana in settimana si attivano al fine di far conoscere questo documento redatto nel 1948 dal Consiglio delle Nazioni Unite.

 

L'ultima settimana ha visto il coinvolgimento dei ragazzi nelle scuole ma non solo: a partire dalle conferenze all'istituto Nautico di Cagliari, passando per il messaggio di “benvenuto a scuola” con la distribuzione di materiale informativo all'ingresso della scuola di via Falzarego e perfino distribuendo lo stesso materiale per le strade nel centro di Cagliari, sono stati centinaia i cittadini informati.

 

D'altra parte, quando furono pubblicati, i Diritti Umani avevano lo scopo di proteggere le persone comuni, quelle che nei grossi movimenti di mercato, nelle guerre o in sede di decisioni importanti, subiscono quasi esclusivamente gli effetti delle decisioni di pochi potenti. Ne consegue la necessità di informare tutti quanti. E' un dato di fatto che, per quanto nobili fossero i motivi che hanno portato alla stesura di questo documento, gli anni successivi al '48 hanno dimostrato che guerre, genocidi e dispotismo non sono finiti.

 

In questo contesto, le persone comuni, potrebbero sentirsi escluse proprio per non essere stati coloro che hanno preso le decisioni che hanno portato ai disastri umanitari; eppure i problemi dell'umanità sono dell'umanità e questa è composta da ogni singolo individuo. La storia ha già dato il benservito a chi si è macchiato di questi crimini e avrà ancora da presentare il conto a qualcuno, ma solamente la coscienza popolare, aumentata, potrà portare un vero cambiamento, solamente la conoscenza e l'applicazione di questo documento, se portata avanti con coscienza, possono creare un mondo libero e giusto.

Cagliari | diritti umani | hubbard |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

UNITI PER I DIRITTI UMANI - Speciale presentazione tenuta presso la Chiesa di Scientology di Milano


La Chiesa di Scientology per l’educazione sui Diritti Umani


Diritti Umani: ricordare le vittime dell'olocausto


Organizzazioni sui Diritti Umani


La Chiesa di Scientology di Roma da sostegno alla sezione locale di Gioventù per i Diritti Umani in occasione della Giornata internazionale della Pace.


I Volontari di “ Gioventù per i diritti Umani” pronti a tornare nelle scuole


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Nel Lungomare Poetto si divulgano i Diritti Umani

Nel Lungomare Poetto si divulgano i Diritti Umani
            Saranno altre centinaia i libretti “la storia dei Diritti Umani” che verranno distribuiti nella serata di martedì 18 giugno nel bellissimo lungomare Poetto di Cagliari. Come ormai consuetudine, i volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology non si fanno sfuggire la possibilità di inform (continua)

I volontari olbiesi all'assalto della droga

I volontari olbiesi all'assalto della droga
Pronti con altre centinaia di libretti informativi contro gli effetti devastanti dovuti al consumo di droga, i volontari olbiesi di Fondazione per un mondo Libero dalla Droga e della chiesa di Scientology, nella serata di martedì 18 giugno, informeranno i cittadini affinché, in primis i ragazzi, decidano di non provare nemmeno lo sballo.   Troppo spesso i volontari, nel fare (continua)

La detenzione forzata è una violazione e avviene anche a Cagliari

La detenzione forzata è una violazione e avviene anche a Cagliari
  Un interessante dibattito è scaturito nella, serata di lunedì 17 giugno, tra i volontari dell’Associazione Uniti per i Diritti Umani e gli studenti della Facoltà di Magistero a Cagliari. Una studentessa particolarmente sensibile al problema delle violazioni nel campo dei Diritti Umani, ha denunciato senza mezzi termini: “il TSO (Trattamento Sanitario Obblig (continua)

“A Sestu sono l’unico sopravvissuto all’eroina degli anni ‘80”

“A Sestu sono l’unico sopravvissuto all’eroina degli anni ‘80”
  Con il consueto impegno che li contraddistingue, nella serata di lunedì 17 giugno, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology hanno inondato le strade di Sestu, di libretti informativi sulle conseguenze che le droghe causano a breve e lungo termine. Particolarmente interesdsante e inquietante la dichiarazione di un cittadino che mostrand (continua)

Riprendono a UTA le iniziative di prevenzione alla droga

Riprendono a UTA le iniziative di prevenzione alla droga
            Dopo qualche settimana di interruzione per dare spazio agli altri paesi limitrofi, riprendono a Uta nella giornata di martedì 18 giugno le iniziative dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa d Scientology. La pressione dei volontari sugli spacciatori è pari a quella che gli stessi criminali s (continua)