Home > Cultura > Volontari Sassaresi pronti per un assalto alla droga

Volontari Sassaresi pronti per un assalto alla droga

articolo pubblicato da: ignazio deriu | segnala un abuso

Volontari Sassaresi pronti per un assalto alla droga

 

Procedono di settimana in settimana le attività dei volontari Sassaresi di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology che nella serata di giovedì 13 giugno continueranno a fare prevenzione distribuendo i materiali informativi su quanto siano dannosi gli stupefacenti.

 

La preoccupazione che muove le attività dei volontari è dettata soprattutto dall'abbassarsi del battesimo della droga. I ragazzi iniziano a sperimentare i primi sballi con gli spinelli alla tenera età di 11 anni finendo per conoscere prima la marijuana rispetto ad un'infatuazione. Non c'è da lamentarsi se poi la società a cui stiamo assistendo non sforna più grandi pensatori, per non parlare delle lamentele di tanti adulti relativamente a quanto siano rammolliti i ragazzini di oggi. Da quale parte sta la ragione? E la responsabilità?

 

E' fuori da ogni dubbio che i ragazzi ergono a propri eroi i personaggi che mostrano ribellione ed è fuori da ogni dubbio che gli adulti cercano sempre più di sbolognare i ragazzi impegnandoli con video-game, social-network (che dovrebbero essere chiamati “a-social-network”) cercando di non occuparsene e sperando che imparino la vita senza una guida.

 

“La droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” disse il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard. La responsabilità è veramente condivisa quando si tratta di droga: nessuno, perfino i genitori più negligenti, impone ai ragazzi di fare uso di droga e i ragazzi hanno a disposizione l'informazione. Tuttavia il consumo di droga è diventato un elemento con cui si è fin troppo concordato o almeno, non ci si mette sufficientemente contro la sua esistenza. I volontari sassaresi sanno bene che questo fenomeno è presente anche nella loro città e per questo continueranno con la prevenzione al fine di ottenere la vita libera dalla droga.

Sassari | droga | Scientology | Hubbard |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Mondo Libero dalla Droga a Cascina


Escursione storiche nelle Dolomiti Friulane: Sulle tracce di Rommel


CONTRASTIAMO L'IDEA DELLO SBALLO "OBBLIGATORIO"


DOPO L’ECCELLENTE RISULTATO DELLA PRIMA EDIZIONE RITORNA AD ABANO TERME LA MOSTRA “DICO NO ALLA DROGA”


QUANTI MOTIVI CI SONO PER DIRE NO ALLA DROGA?


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Nel Lungomare Poetto si divulgano i Diritti Umani

Nel Lungomare Poetto si divulgano i Diritti Umani
            Saranno altre centinaia i libretti “la storia dei Diritti Umani” che verranno distribuiti nella serata di martedì 18 giugno nel bellissimo lungomare Poetto di Cagliari. Come ormai consuetudine, i volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology non si fanno sfuggire la possibilità di inform (continua)

I volontari olbiesi all'assalto della droga

I volontari olbiesi all'assalto della droga
Pronti con altre centinaia di libretti informativi contro gli effetti devastanti dovuti al consumo di droga, i volontari olbiesi di Fondazione per un mondo Libero dalla Droga e della chiesa di Scientology, nella serata di martedì 18 giugno, informeranno i cittadini affinché, in primis i ragazzi, decidano di non provare nemmeno lo sballo.   Troppo spesso i volontari, nel fare (continua)

La detenzione forzata è una violazione e avviene anche a Cagliari

La detenzione forzata è una violazione e avviene anche a Cagliari
  Un interessante dibattito è scaturito nella, serata di lunedì 17 giugno, tra i volontari dell’Associazione Uniti per i Diritti Umani e gli studenti della Facoltà di Magistero a Cagliari. Una studentessa particolarmente sensibile al problema delle violazioni nel campo dei Diritti Umani, ha denunciato senza mezzi termini: “il TSO (Trattamento Sanitario Obblig (continua)

“A Sestu sono l’unico sopravvissuto all’eroina degli anni ‘80”

“A Sestu sono l’unico sopravvissuto all’eroina degli anni ‘80”
  Con il consueto impegno che li contraddistingue, nella serata di lunedì 17 giugno, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology hanno inondato le strade di Sestu, di libretti informativi sulle conseguenze che le droghe causano a breve e lungo termine. Particolarmente interesdsante e inquietante la dichiarazione di un cittadino che mostrand (continua)

Riprendono a UTA le iniziative di prevenzione alla droga

Riprendono a UTA le iniziative di prevenzione alla droga
            Dopo qualche settimana di interruzione per dare spazio agli altri paesi limitrofi, riprendono a Uta nella giornata di martedì 18 giugno le iniziative dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa d Scientology. La pressione dei volontari sugli spacciatori è pari a quella che gli stessi criminali s (continua)