Home > Ambiente e salute > Si conclude oggi l'incontro "Terre e rocce da scavo: dal campionamento al dato analitico, definizione delle criticità"

Si conclude oggi l'incontro "Terre e rocce da scavo: dal campionamento al dato analitico, definizione delle criticità"

scritto da: _eva_ | segnala un abuso

Si conclude oggi l'incontro


 "Terre e rocce da scavo: dal campionamento al dato analitico, definizione delle criticità"è il titolo del convegno scientifico che si è concluso oggi (mercoledì 19 giugno) nell’Aula Magna dell’Università di Firenze.  Le terre e Rocce da Scavo sono un argomento di stringente attualitànel panorama normativo, tecnico e scientifico caratterizzato da una rapida evoluzione in funzione dellatutela ambientalee dello sfruttamento sostenibile del territorio

Durante gli incontri è stata evidenziata l’importanza delle recenti linee guida del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (ISPRA). Inoltre, dopo 15 anni si è discusso, del Decreto Ministeriale numero 46 del primo marzo del 2019, molto atteso dal mondo scientifico ed economico, che regolamenta gli interventi di bonifica, di ripristino ambientale e di messa in sicurezza delle aree destinate alla produzione agricola e all'allevamento. 

Per la prima volta insieme, il mondo scientifico, quello professionalee degli enti di controllohanno analizzato l’argomento dell’applicazione della normativa ai casi delle terre e rocce da scavo, in cui possono essere presenti minerali contenenti amiantonaturale e metalli pesantiin genere, che richiedono studi e pianificazione preventiva, anche per valutare le misure di precauzione da adottare per la loro inertizzazione. Le problematiche in discussione al convegno si sono focalizzate alla gestione delle terre e rocce da scavo e rifiuti, sia nei grandi cantieridi scavoe di demolizione(Gronda, Ponte Morandi, etc.) sia in operedi dimensione ridotta(pozzi e opere edilizie in genere).

La giornata si è focalizzata oltre che sugli aspetti normativi anche, e soprattutto, sui dettagli tecnici e scientifici per la determinazione analitica sia dell’amiantosia dei metalli pesantimercurioin contesti sia antropiciche naturali. Nel corso della giornata è emerso il ruolo fondamentale del Geologocome figura di riferimentonella progettazionedella corretta gestione delle terre e rocce da scavo, in particolare nell’ottica della definizione della sorgente di provenienza dei contaminanti sia naturali (geogenici) che antropici. 

società geologica italiana | terre e rocce da scavo | università di firenze |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

"I Professionisti del Vino" a Portici per discutere di mercato produttivo e alta qualità


 “I Professionisti del vino” si incontrano, per la prima volta in Campania, venerdì 12 e sabato 13 aprile nella Sala Cinese del Palazzo Reale di Portici nel convegno nazionale, organizzato dagli Ordini degli Agronomi, Chimici, Geologi e Tecnologi Alimentari, insieme con l’Associazione culturale SIGEA.  Un confronto, moderato dai geologi Francesco Russo (continua)

Comici uniti nel convegno semiserio "Veni, vidi, risi"

Comici uniti nel convegno semiserio
  Comici uniti contro lo stress contemporaneo   David Riondino, Francesco Paolantoni, Lorenzo Hengeller,  Michele Serio e Carlotta Mazzoncini    in   “Veni, vidi, risi” Convegno semiserio sulla letteratura umoristica a cura di Stefano Sarcinelli     Giovedì 27 dicembre | ore 18 | Libreria IoCiSto (Via Cimarosa, 20 - Napoli) (continua)

IV edizione del concorso fotografico "Meravigliosa Geologia - Bellezze in uno scatto"

IV edizione del concorso fotografico
NAPOLI. Per la prima volta la realizzazione un calendario - frutto di una competizione fotografica - che racconta incredibili bellezze naturali del territorio italiano e di altri luoghi del mondo. Sabato 15 dicembre 2018 si svolgerà al Museo Archeologico Virtuale (Mav) di Ercolano la cerimonia di premiazione del 4° Concorso fotografico “Meravigliosa Geologia&rd (continua)

I geologi della Campania presentano la carta geologica regionale: un nuovo strumento per i tecnici del territorio.

I geologi della Campania presentano la carta geologica regionale: un nuovo strumento per i tecnici del territorio.
 Continua la presentazione della mappatura geologica del territorio campano. Mercoledì 10 ottobre 2018, nell’aula P1 – Edificio F3 - dell’Università degli Studi di Salerno, dalle ore 14.30, l’Ordine dei Geologi della Campaniaesporrà i contenuti e le ricadute professionali della prima carta geologica della regione.  La carta geologic (continua)

Sicurezza dei cittadini: in Campania geologi e geometri entrano nelle commissioni sismiche comunali

Sicurezza dei cittadini: in Campania geologi e geometri entrano nelle commissioni sismiche comunali
 È stato approvato in questi giorni l’emendamento che prevede l’inserimento, all’interno delle commissioni sismiche comunali, delle figure professionali di geologi e geometri.  La proposta, che è partita dall’Ordine dei Geologi della Campania e dai Collegi dei Geometri e Geometri laureati della Campania, è stata accolta con entusiasmo dall&rs (continua)