Home > Cultura > Ferragosto: l'educazione sui Diritti Umani fatta dai volontari

Ferragosto: l'educazione sui Diritti Umani fatta dai volontari

articolo pubblicato da: ignazio deriu | segnala un abuso

 Ferragosto: l'educazione sui Diritti Umani fatta dai volontari

 

Mentre in campo nazionale si alternano notizie relative a come spartire poltrone o come fare per ottenere piazza pulita di un po di queste, in Sardegna si accende la discussione sull'importanza di tornare a quelle norme civiche basilari che ci fanno sentire uniti sotto un unico codice: i Diritti Umani.

 

Conosciuti più per i discorsi propagandistici di questo o quel politico di turno, questi 30 articoli in realtà hanno un valore ben più ampio rispetto alla considerazione che la società ha attualmente per questi. Sono stati scritti con l'obiettivo di non vedere il ripetersi degli scempi che la Seconda Guerra Mondiale ha voluto regalare ai libri di storia. Dai campi di concentramento allo sgancio dell'atomica, l'umanità avrebbe dovuto imparare che in ogni momento in cui ci si dimentica che da un capo all'altro del globo, tutti siamo uniti dall'appartenenza ad un unico gruppo: l'umanità.

 

Questo fu il motivo che spinse grandi statisti ad unirsi per ricordare a tutti, in ogni parte del pianeta, che tutti abbiamo dei diritti fondamentali, inalienabili, il cui rispetto mette sullo stesso piano ricchi e poveri, bianchi e neri, spazzini e manager d'industria, politici e giornalisti, letterati e analfabeti, psichiatri e gente comune. Eppure lo stesso scempio si è visto in più occasioni dopo quel 1948.

 

Per questo motivo, ispirati dalle parole di L. Ron Hubbard, che disse “i diritti umani devono essere resi una realtà non un sogno idealistico”, i volontari sardi di Uniti per i Diritti Umani hanno effettuato a Cagliari e Olbia iniziative di distribuzione di materiale informativo su ognuno dei 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo. Il fine unico promosso è stato quello di tornare ai valori che veramente ci uniscono, quei valori che che ci contraddistinguono, quei valori che solo a leggerli, ci fanno sentire umani.

Cagliari | diritti umani | scientology | hubbard |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Contrastare la cultura dello sballo per risanare una società intossicata

Contrastare la cultura dello sballo per risanare una società intossicata
Il messaggio dello sballo cammina subdolo appoggiato da alcuni media, dalla pubblicità di prodotti alcolici e super alcolici, film e telefilm con scene in cui l’invito a farsi la canna per “calmarsi” fa passare un messaggio fuorviante e pericoloso, soprattutto se a farlo sono gli attori protagonisti di fama internazionale con una forte influenza sul pubblico. A guard (continua)

Nuoro: volontari attivi per smascherare gli spacciatori

Nuoro: volontari attivi per smascherare gli spacciatori
             Volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga nuoresi pronti per una nuova iniziativa di prevenzione all'uso di droga con lo scopo di rendere i ragazzi consapevoli dei disastri a cui vanno incontro se danno ascolto alle parole menzognere degli spacciatori.          Per quanto t (continua)

Olbia: Volontari e commercianti insieme per la libertà dalla droga

Olbia: Volontari e commercianti insieme per la libertà dalla droga
           Olbia sta vivendo uno strano periodo in relazione al consumo di droga: insegnanti preoccupati hanno contattato i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga richiedendo che siano intensificate le attività di prevenzione in quanto ci sono casi di ragazzini che fin dall'età di 12 anni sperimentano i primi spinel (continua)

Droga: combattuta anche a Decimomannu

Droga: combattuta anche a Decimomannu
           Non è necessario essere al centro delle tenute di un narcotrafficante per rendersi conto che è necessario combattere affinché i nostri giovani stiano lontani dal consumo di droga. Per questo motivo i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga, nella serata di martedì 17 settembre, saranno presen (continua)

Partire dalla scuola per diffondere un messaggio di pace e uguaglianza

Partire dalla scuola per diffondere un messaggio di pace e uguaglianza
         Con la riapertura del nuovo anno scolastico 2019/2020 riprendono le iniziative di informazione sui contenuti della Dichiarazione Universale delle Nazioni Unite, dei volontari di Uniti per i Diritti Umani. Così come nello scorso anno i volontari si daranno appuntamento in una scuola media o superiore della Città Metropolitana, per (continua)