Home > News > Ripartire dai Diritti Umani per recuperare i valori di giustizia e solidarietà

Ripartire dai Diritti Umani per recuperare i valori di giustizia e solidarietà

articolo pubblicato da: ignazio deriu | segnala un abuso

Ripartire dai Diritti Umani per recuperare i valori di giustizia e solidarietà


 

         Probabilmente non sono tantissimi coloro i quali potrebbero dichiararsi soddisfatti dell'attuale condizione in cui versa la società attuale in quanto a giustizia e diritti rispettati per tutti. Miliardi di persone distribuite in tutti i continenti vivono in condizioni che definirle difficili sarebbe un eufemismo; in centinaia di milioni vivono in condizioni al di sotto della soglia di povertà. Un rapporto delle Nazioni Unite denuncia che ancora oggi, nel XXI° secolo, circa 30 milioni di esseri umani sono ridotti in condizioni di schiavitù. Centinaia di milioni di persone sono costrette a scappare dalle loro terre alla ricerca di condizioni di vita più dignitose. Da questo quadro sembrerebbe che i problemi riguardino gli altri, le nazioni in via di sviluppo lontane da noi, ma basta girare lo sguardo attorno nelle nostre città e paesi, per notare come certe situazioni si vivono anche nei nostri quartieri, dove il nostro vicino non riesce a mettere insieme il pranzo e la cena per la famiglia.

Una vergogna per chi vorrebbe definire questa come una società civile.

         Da uno scenario di questo tipo è normale che nascano i conflitti e coloro che cavalcano l’esasperazione della gente seminano odio e disprezzo nei confronti dello straniero, del diverso, di chi tende una mano in cerca di aiuto. Anche tra coloro che appartengono al popolo più ospitale del mondo, come quello sardo, c’è chi pensa che “il mio problema viene prima di quello di chiunque altro” e quindi non mi interessano quelli degli altri. “Aiutiamoli in casa loro” è la soluzione che in tanti trovano più facile. A dimostrazione che “occhio non vede, cuore non duole” è uno dei proverbi ancora molto attuale.

         Ma qualcosa si può fare a riguardo: ripartire dai valori contenuti nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani proclamata dalle Nazioni Unite nel 1948, è il solo modo per garantire un futuro a questa umanità in carenza dei valori umani, l’ossigeno indispensabile per far riprendere il malato: la società.

         I 30 diritti inalienabili possono essere la base di partenza per una rinascita sociale, in cui tutti possano godere degli stessi diritti e doveri. Non servono altre leggi o trattati tra stati, sarebbe sufficiente che il buon senso prevalga sugli interessi economici e che ognuno di noi faccia la sua parte nella sua vita quotidiana e un nuovo mondo nascerebbe come d'incanto.

         I volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology, sono costantemente impegnati per realizzare il sogno del filosofo e umanitario L. Ron Hubbard che invitava i suoi seguaci ad impegnarsi affinchè "i Diritti Umani siano resi una realtà e non un sogno idealistico" e nella serata di lunedì 9 settembre hanno distribuito i DVD "Che cosa sono i Diritti Umani?" contenenti la storia dei Diritti Umani e i trenta articoli della Dichiarazione Universale nei negozi di via Gorizia a Sestu, dandone uno in omaggio ai titolari e invitandoli a regalarli a loro volta ai clienti.

 


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

UNITI PER I DIRITTI UMANI - Speciale presentazione tenuta presso la Chiesa di Scientology di Milano


La Chiesa di Scientology per l’educazione sui Diritti Umani


L’Avvocatura Nolana si mobilita in difesa dei diritti dei cittadini!!


In tutto il mondo si celebra la Dichiarazione Universale Dei Diritti Umani


Senigallia: educare al rispetto tramite i diritti umani


Diritti Umani: ricordare le vittime dell'olocausto


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Stop alla droga. A Olbia commercianti e volontari insieme nella campagna di prevenzione

 Stop alla droga. A Olbia commercianti e volontari insieme  nella campagna di prevenzione
  Ormai l’alleanza tra i commercianti e i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology è diventata strategica. La necessità di informare i ragazzi sugli effetti devastanti causati dalle droghe, da sempre la strategia dei volontari della Fondazione in tutto il mondo, è stata sposata da decine di commercianti in numerose local (continua)

La prevenzione a Nuoro si identifica con i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga

 La prevenzione a Nuoro si identifica con i volontari di  Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga
          I recenti sequestri di ingenti quantità di marijuana pronta per essere immessa sul mercato e di centinaia di piante in piena vegetazione, effettuati nei giorni scorsi nel nuorese, motiva i volontari di Fondazione per un Mondo Libero alla Droga ad aumentare l’impegno nella divulgazione dei materiali informativi presso gli esercizi pubb (continua)

In Sardegna impegno a tutto campo dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero alla Droga

In Sardegna impegno a tutto campo dei volontari di  Fondazione per un Mondo Libero alla Droga
              Impensabile per i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga, fermare le iniziative di prevenzione alla droga. Soprattutto in un periodo in cui i sequestri e gli arresti da parte delle Forze dell’Ordine, sono quotidiane e l’inizio delle lezioni del nuovo anno è alle porte.    &nbs (continua)

I libretti con la verità sul Crack e sulla cocaina diffusi a Sassari e Porto Torres

 I libretti con la verità sul Crack e sulla cocaina diffusi  a Sassari e Porto Torres
            Non si fermano le iniziative di prevenzione alle droghe che, da diversi mesi, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology stanno conducendo nei negozi e nelle abitazioni di Sassari e Porto Torres. Nella serata di giovedì 5 settembre centinaia di libretti sugli effetti del Crack e della coc (continua)

Nella movida di CARBONIA si diffonde la verità sulla droga

Nella movida di CARBONIA si diffonde la verità sulla droga
        Continua a Carbonia l’azione di prevenzione dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga. Come nelle scorse settimane i volontari nella serata di mercoledì 4 settembre distribuiranno centinaia di libretti informativi sulle reali conseguenze causate dall’uso di sostanze stupefacenti. “Le droghe privano la vit (continua)