Home > Ambiente e salute > Passive House e nuovi materiali costruttivi per l’efficientamento energetico!

Passive House e nuovi materiali costruttivi per l’efficientamento energetico!

articolo pubblicato da: claudiamarchi | segnala un abuso

Passive House e nuovi materiali costruttivi per l’efficientamento energetico!

 

Le Passive House puntano a raggiungere un bilancio energetico molto basso a partire dalla domanda energetica dell’edificio, scopriamo come!

Dal 2015 abbiamo iniziato a sentir parlare di Passive House come di un edificio che genera innegabili vantaggi in termini economici e di comfort. Infatti questo tipo di costruzione si caratterizza, perché riesce ad assicurare benessere termico senza o con una minima fonte energetica di riscaldamento interna all’edificio, non è dotata di impianto di riscaldamento “convenzionale” costituito da caldaia e termosifoni o sistemi analoghi.

La Passive Hause punta a raggiungere un bilancio energetico molto basso a partire dalla domanda energetica dell’edificio ed all’ottenimento di un elevato comfort termo-igrometrico. Tutto ciò è possibile tramite l’utilizzo di involucri edilizi ad alta tenuta all’aria, elevati spessori di isolamento termico ed infissi ad alte prestazioni.

Per quanto riguarda gli involucri esterni, si sta assistendo ad una tendenza all’innovazione tanto da sentir parlare di mattonipassivi”. Nel settore edile si sta lavorando alacremente per cercare nuovi prodotti fatti con materiali non convenzionali, ad es. che utilizzano fibre e alimenti o altre materie innovative per questo ambito di applicazione. È di pochi giorni fa, la notizia che in Spagna è stato brevettato un materiale chiamato Idroceramica (Hydroceramics) idoneo per la costruzione di mattoni, nato dalla combinazione di argilla e idrogel che consente di mantenere la temperatura costante degli ambienti interni e anche di 5/6° in meno rispetto a quelli esterni. Tutto ciò è possibile grazie alla struttura dell’idrogel che riesce ad assorbire acqua e umidità fino a 500 volte il suo peso e di rilasciarla lentamente, favorendo il rinfrescamento dell’edificio.

Il vantaggio delle Passive House è che possono essere costruite con ogni tipo di materiale, perché la loro efficienza deriva dalla predisposizione di altre soluzioni che comprendono:

·         l’isolamento termico (deve essere posato almeno su tutte le pareti esterne e prevedere anche la coibentazione del tetto),

·         il calore prodotto da fonti interne che viene preservato (cucina, elettrodomestici accesi, illuminazione, calore umano, …),

·         pompa di calore,

·         infissi ad alte prestazioni dotati di triplo vetro,

·         forma ed esposizione dell’edificio studiate per sfruttare al massimo l’esposizione al sole,

·         ventilazione meccanica controllata per il ricircolo dell’aria.

In sostanza, la casa è definita passiva, perché la somma degli apporti passivi di calore dell’irraggiamento solare trasmessi dalle finestre e il calore generato internamente all’edificio da elettrodomestici e dagli occupanti stessi sono quasi sufficienti a compensare le perdite dell’involucro durante la stagione fredda.

Per concludere, c’è da sperare che le innovazioni in ambito edilizio fungano da sprone per incentivare e favorire la costruzione di Passive House.

passive house |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Nasce Half House: vi presentiamo un oggetto di design esclusivo ed originale.


Rinnovabili.it presenta Fingreen specialista del Risparmio Energetico in Trentino


Montanari Costruzioni: un anno fa l’inaugurazione di Casa sul Parco a Fidenza


Axpo Italia e Axpo Energy Solutions scendono in campo per rispondere alle sfide energetiche


Pietro Colucci: l’intervista per “Espansione” e le principali tappe della carriera professionale


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Servizio trasporti internazionali: nuove regole a livello europeo

Servizio trasporti internazionali: nuove regole a livello europeo
  Nuove regole a livello europeo inizieranno a interessare i trasporti internazionali. Dopo due anni di stagnazione il documento sulla mopbilità è stato accettato da tutti gli attori in gioco. Commissione, Consiglio e Parlamento europeo hanno finalmente un accordo. Ma quali sono le novità in termini di tachigrafo digitale?   Tachigrafo digitale: ora obbligatorio (continua)

Interphone Cellularline: offerta imperdibile per Natale!

Interphone Cellularline: offerta imperdibile per Natale!
  L’occasione giusta per acquistare l’interfono per moto che hai sempre sognato! Dal 13 al 31 dicembre Interphone propone sul suo sito web una promozione natalizia da non perdere: acquistando alcuni modelli di interfoni (singoli o in coppia) si avrà in omaggio un accessorio! Vediamo l’offerta nel dettaglio: ·         A (continua)

Sistemi di aspirazione per cucine professionali

Sistemi di aspirazione per cucine professionali
  Nelle cucine professionali di ristoranti, mense e pizzerie è necessario inserire dei sistemi di aspirazione che mantengano l’aria pulita e l’ambiente confortevole. Ma quali sono i sistemi di aspirazione per le cucine professionali? Ne esistono molti in commercio, ma possono essere divisi in due categorie: le cappe e gli aspiratori professionali. Ovviamente, i modelli e (continua)

L’illuminazione giardino – Cornice luminosa per abbinare funzionalità e decoro

L’illuminazione giardino – Cornice luminosa per abbinare funzionalità e decoro
 L’illuminazione dei parchi e dei giardini ha la funzione di esaltare e valorizzare con la luce gli elementi naturali e l’arredo giardino, offrendo punti luce funzionali ed al contempo decorativi     Se ricerchi sempre un tocco di design e l’estetica è per te essenziale per dare un accento di eleganza e personalità, l’illuminazione del giardi (continua)

Autotrasporti: arrivano gli incentivi per rinnovare la flotta

Autotrasporti: arrivano gli incentivi per rinnovare la flotta
Gli autotrasportatori hanno di che gioire in questi ultimi giorni del 2019. Il decreto fiscale 2020 che fa riferimento alla legge di bilancio prevede infatti la possibilità di spendere fino a 20 mila euro per il rinnovo della propria flotta aziendale. Obiettivi del decreto sono la riduzione degli incidenti e degli impatti negativi sul clima. Avrà infatti priorità l’acqui (continua)