Home > Sviluppo sostenibile > Passive House per un abitare sostenibile

Passive House per un abitare sostenibile

scritto da: Claudia Marchi | segnala un abuso

Passive House per un abitare sostenibile


 

Cosa sono le passive house? Cosa cambia tra la progettazione di un edificio passivo e uno tradizionale?

 

Le case passive, meglio conosciute come Passive House, sono edifici progettati in modo da sfruttare l’energia solare e il calore generato al loro interno. L’impianto di riscaldamento e raffrescamento delle case passive genera un notevole risparmio sui costi in bolletta e un grandissimo beneficio per l’ambiente.

Il termine “passiva” indica una tipologia di edifici che non richiede alcun impianto di riscaldamento tradizionale, come caldaie, termosifoni o sistemi analoghi. L’aspetto esteriore di una casa passiva non è diverso da una di tipo tradizionale: gli standard non limitano la composizione architettonica, ma ne definiscono solo i requisiti di efficienza. La vera differenza sta nei dettagli costruttivi; la progettazione di edifici passivi è il momento più importante per soddisfare gli standard della casa passiva e ottenere la certificazione rilasciata dal PHI (ovvero, il Passive House Institute Italia).

Per costruire una casa passiva efficiente, occorre agire su fattori come l’orientamento dell’edificio, la distribuzione dei serramenti e l’ombreggiamento. Se tutto il sistema funziona bene, il fabbisogno termico per il riscaldamento e il raffrescamento saranno inferiori ai 15 kWh per mq l’anno (dieci volte meno rispetto a una casa tradizionale).

Le case passive oggi rappresentano la soluzione più sostenibile dal punto di vista ambientale: grazie all’alta efficienza energetica degli edifici le emissioni di CO2 vengono drasticamente ridotte, arrivando vicino allo zero. Il fabbisogno energetico delle case passive permette l’utilizzo delle fonti rinnovabili non solo come integrazione, ma come provenienza principale di energia durante tutto l’anno (solare termico, fotovoltaico).

La salubrità dell’aria è garantita da un sistema di ventilazione con filtraggio delle polveri e umidificazione. Inoltre, impiegando serramenti fortemente sigillati, unitamente a materiali per l’isolamento termico posati all’interno dei muri (poliuretano, lana minerale, canapa ecc.) la costruzione risulterà priva di ponti termici.

La qualità degli elementi costruttivi utilizzati fa sì che la passive house abbia una durata maggiore rispetto agli edifici tradizionali. Secondo il PHI, a circa dieci anni di distanza dalla messa in opera, le strutture e le caratteristiche dei materiali utilizzati sono pressoché invariate.

L’investimento iniziale in componenti edilizi di qualità superiore è attenuato dall’eliminazione dei sistemi di alimentazione per il riscaldamento e raffreddamento: in sostanza, un costo più elevato in partenza per la costruzione di una casa passiva viene ammortizzato negli anni dall’assenza o quasi dei costi per il riscaldamento, raffreddamento e manutenzione degli ambienti!

progettazione di edifici passivi |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Nasce Half House: vi presentiamo un oggetto di design esclusivo ed originale.


Progettazione di edifici passivi: criteri e modelli


Housing sociale in Abruzzo, un convengo con Legacoop


Come funziona una casa passiva e come si risparmia energia?


Passive House e nuovi materiali costruttivi per l’efficientamento energetico!


House to House: innovazione e sostenibilità per crescere e ripartire dopo la pandemia


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Le tecniche di smussatura per un lavoro impeccabile

La smussatura è una delle lavorazioni meccaniche che serve per preparare i metalli alla saldatura. Si tratta, in particolare di quell’operazione di preparazione degli angoli, che fornisce loro una particolare forma adatta ad accogliere al meglio il procedimento della saldatura.Gli strumenti da utilizzare Per effettuare questa lavorazione vengono utilizzate le smussatrici, ovvero macchine ideate per eseguire smussi o cianfrini per mezzo di frese. A influire sulla scelta di tale (continua)

Tutto sull’acciaio antiusura: caratteristiche e applicazioni

Scegliere la giusta lamiera antiusura è importante: incrementa la performance e la produttività di attrezzature e componenti. Le qualità degli acciai antiusuraAffidarsi all’utilizzo di acciai speciali permette di ottenere prodotti finiti in grado di far fronte a importanti sollecitazioni, riducendo eventuali problematiche da consumo. Questa tipologia di acciai speciali resiste infatti alle sollecitazioni dell’usura e degli sfregamenti con durezze decisamente superiori ai normali acciai da costruzione, anche in (continua)

Taglio delle lamiere: funzionamento e vantaggi del taglio al plasma

Una delle procedure più vantaggiose ed efficiente per tagliare con facilità qualunque tipo di lamiera è il taglio al plasma. Ma come funziona e perché conviene? Procedimento per effettuare il taglio Ossitaglio, taglio a getto d'acqua, plasma, laser sono solo alcune delle tecniche che possono essere impiegate per tagliare diversi tipi di lamiere. La tecnologia più diffusa nel mondo dell’industria e di cui ti parleremo oggi è quella del taglio al laser, un procedimento brevettato nel 1995 da Robert Gage per la Union Carbide.  Basandosi su (continua)

Lavorazione lamiera: partiamo dalle basi

La lavorazione della lamiera è un’attività siderurgica che si articola in tre fasi principali:• progettazione• taglio• lavorazioneLe tipologie di taglio principaliTra le numerose tipologie di taglio della lamiera possiamo distinguere:• ossitaglio• taglio al plasma• taglio al laserOssitaglioIl procedimento impiega la fiamma ossiacetilenica e permette di tagliare lamiere con spessori compresi tra gl (continua)

3 cosa da sapere sull’acciaio Strenx

3 cosa da sapere sull’acciaio Strenx
L’acciaio altoresistenziale Strenx è stato sviluppato da SSA con l’obiettivo di offrire prestazioni straordinarie in termini di resilienza e tenacità. Oggi ti presentiamo 3 punti che non puoi sottovalutare se stai considerando di utilizzarlo nelle tue lavorazioni siderurgiche. 1. Le caratteristiche principaliLe ottime caratteristiche dell’acciaio altoresistenziale Strenx provengono in gran parte dalle materie prime impiegate per la sua produzione. Il ferro prelevato dalla miniera LKAB è infatti particolarmente facile da ripulire, dando vita a un prodotto finito di qualità maggiore. Le lavorazioni successive che seguono collaborano a migliorare le caratteristi (continua)