Home > Cultura > Tre registi, il lockdown artistico e il mondo che verrà

Tre registi, il lockdown artistico e il mondo che verrà

scritto da: Cristinavannuzzi | segnala un abuso

Tre registi, il lockdown artistico e il mondo che verrà

Alessandro Ingrà, Massimo Di Stefano e Marco Frosini raccontano il prima e il dopo della loro professione


Tre registi, il lockdown artistico e il mondo che verrà Alessandro Ingrà, Massimo Di Stefano e Marco Frosini raccontano il prima e il dopo della loro professione Firenze Sembra passato tanto tempo ma sono appena passati circa 50 giorni da quando Alessandro Ingrà, attore regista e cabarettista ha fermato la pre-produzione del suo nuovo film dal titolo "Un week end al mare" una commedia thriller diretta insieme ai registi Massimo Di Stefano e Marco Frosini. IL lockdown ha bloccato il nuovo progetto. Un lavoro, quello del cinema, che non potrà riprendere fino a quando il contagio sarà a zero, un lavoro che non è praticamente possibile fare con modalità di lavoro agile cioè in smart working. I tre registi, già autori e director del film giallo/thriller "Storia di un Inganno", girato a fine 2013 nel territorio toscano, tra Greve in Chianti, Firenze e Fiesole e uscito al cinema e in TV, raccontano il loro lavoro cristallizzato a quasi due mesi fa. “Eravamo nella fase dei casting, sopralluoghi, ricerca sponsor e organizzazione e di punto in bianco è arrivato questo fulmine al ciel sereno - dicono i tre registi. Al primo casting, appena la settimana prima del grande blocco, ad ogni attore e attrice a fine provino, Alessandro diceva a tutti la solita cosa: “Inizieremo le riprese a settembre, Coronavirus permettendo!” E intanto Marco e Massimo lo prendevano un po’ in giro. Nessuno ancora poteva prevedere quanto sarebbe accaduto. Il contagio zero sarà l’unica possibilità per tornare a lavorare su una produzione. In un film, ci sono scene di contatto per gli attori e sul set c’è molta gente anche in una produzione a basso costo. Con la ripresa attualmente programmata, sarà forse possibile fare sopralluoghi e casting, uno ad uno su appuntamento e con il distanziamento sociale e dispositivi di prevenzione. “L'atmosfera nelle città è surreale, sembrano enormi set cinematografici abbandonati - dice Ingrà - ma il nostro settore non potrà ripartire se non quando il contagio sarà a zero. E allora le storie riprenderanno a essere raccontate, forse con una consapevolezza e una profondità ancora maggiore. Ora è il tempo della speranza e dell’attesa. I miei nonni - continua Ingrà - mi hanno raccontato tante volte della guerra a Firenze, dell'alluvione del 1966 e mi son sempre detto che con il progresso e la tecnologia eventi così drammatici non sarebbero più accaduti e invece è successo.” Ma i tre sono convinti che tutto finirà con l’estate e sognano di tornare a girare, a raccontare storie. Intanto scrivono e pensano ad altri soggetti guardando e ringraziando medici, infermieri, volontari che ogni giorno si muovono per dare una possibilità a questo paese. “Una cosa è certa - concludono - l'Italia ce la farà e ripartirà, compreso il cinema ed il teatro". press: Roberta Capanni

cinema | cultura | lockdown |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Dal 6 al 10 dicembre nella splendida cornice di Ronciglione si svolgerà la nuova edizione di “Cubo Cine Festival 2017”, contenitore culturale dedicato al cinema e l’audiovisivo.


Annunciati i vincitori del “Cubo Cine Award 2017”. Il Cubo Festival si svolgerà dal 6 al 10 dicembre nella splendida cornice di Ronciglione.


Roma come New York: il progetto di restauro del Mausoleo di Augusto nelle parole di Giuseppe Recchi


13° GENOVA FILM FESTIVAL - anticipazioni


SCISCIANO SUCCESSO DEL V FESTIVAL DI REGIA TEATRALE DELLA FITA CAMPANIA CON IL PATROCINIO DEL COMUNE. PRESENTI IL SINDACO EDOARDO SERPICO E L'ASSESSORE ALLA CULTURA GIOVANNA NAPOLITANO. di Antonio Castaldo


Renord: la riapertura delle sedi dopo il lockdown


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

A Firenze Arte Fashion Vino e Solidarietà

A Firenze Arte Fashion Vino e Solidarietà
L'azienda “Agile” di Pelago (Firenze) lancia una linea limited edition di dispositivi lavabili le cui stampe riprendono i particolari dei dipinti dell'artista toscana Una parte del ricavato sarà destinata all’Associazione Onlus “Amici del Pronto Soccorso” di Careggi A Firenze la mascherina d’arte diventa solidale i colori e la positività data dall’arte di Elisabetta Rogai per “Gli amici del Pronto Soccorso Onlus” L'azienda “Agile” di Pelago (Firenze) lancia una linea limited edition di dispositivi lavabili le cui stampe riprendono i particolari dei dipinti dell'artista toscana Una parte del ricavato sarà destinata all’Associazione Onlus “Amici del Pronto (continua)

Riaprono le Tavole Tauriliane

Riaprono le Tavole Tauriliane
dichiarazioni del presidente delle Tavole Tauriliane, Nicola Lionello, dell'Antica Trattoria Taparo, sulla tanto attesa riapertura dei ristoranti associati alla compagine della città di Torreglia, divenuta ormai famosa, presso il grande pubblico, come la capitale della Food Valley dei Colli Euganei Riapertura delle Tavole Taurialiane Sono di queste ore le dichiarazioni del presidente delle Tavole Tauriliane, Nicola Lionello, dell'Antica Trattoria Taparo, sulla tanto attesa riapertura dei ristoranti associati alla compagine della città di Torreglia, divenuta ormai famosa, presso il grande pubblico, come la capitale della Food Valley dei Colli Euganei. " Un comprensorio, afferma il presidente (continua)

LA SOLIDARIETA' E' SERVITA

LA SOLIDARIETA' E' SERVITA
La nuova iniziativa solidale rossoblu insieme agli chef stellati calabresi LA SOLIDARIETÀ É SERVITA La nuova iniziativa solidale rossoblu insieme agli chef stellati calabresi Dall’8 al 15 Maggio una nuova iniziativa solidale messa in campo dall’U.S. Vibonese Calcio insieme agli chef stellati calabresi. 7000 pasti da distribuire attraverso il Banco Alimentare Calabria alle famiglie calabresi in difficoltà. In Campo con gli Chef un’iniziativa volta a promuovere at (continua)

L'importanza dei capelli folti per uomini e donne

L'importanza dei capelli folti per uomini e donne
A FIRENZE OPEN DAY Dr. Simone Napoli TRAPIANTO DI CAPELLI Martedì 24 marzo al Florence Medical Center L’importanza dei capelli folti per uomini e donne Martedì 24 Marzo si terrà l'Open Day di trapianto di capelli organizzato dal medico specialista Dr Simone Napoli - Chirurgo Plastico, che valuterà con una visita gratuita la situazione della calvizie del paziente e la metodica più adeguat (continua)

SB Uno show room per architetti e artigiani

SB Uno show room per architetti e artigiani
A Firenze nasce un nuovo spazio dove creare e restituire unicità SB room uno showroom/atelier per architetti, creatori, esteti, artigiani e non solo Le idee di chi fa ricerca al servizio di ama creare trasmettendo emozioni Inaugurazione sabato 29 febbraio 2020 dalle 18.00 Sachiko Bradley & Co. in viuzzo dei Bruni 25, Firenze (Zona Cure) Firenze, 29 febbraio 2020 - Appena entri nello sp (continua)