Home > Altro > Cos'è la stampa termica

Cos'è la stampa termica

scritto da: Claudia Marchi | segnala un abuso


A differenza delle stampanti a getto d'inchiostro, le stampanti termiche non emettono inchiostro liquido attraverso un ugello. Al contrario, le stampanti termiche usano piccoli elementi riscaldanti per attivare e trasferire i pigmenti sul supporto di carta.
In generale, le stampanti termiche sono utilizzate per creare etichette, codici a barre, scontrini e ricevute fiscali.

Le stampanti termiche possono essere distinte in due famiglie diverse: le stampanti termiche dirette e le stampanti a trasferimento termico. Ecco come funzionano, in breve.

Le stampanti termiche dirette usano la carta trattata chimicamente: la reazione che permette di trasferire il testo sulla carta avviene tramite una testina surriscaldata; l'alta temperatura induce il reagente a "imprimere" sulla carta termica il contenuto, solitamente lettere, numeri e simboli. Questo tipo di stampante è assai comune per produrre etichette e ricevute fiscali.

 Come anticipato, le stampanti a trasferimento termico usano una testina particolare per trasferire un inchiostro solido da un nastro a un supporto di carta - di solito, etichette realizzate in vinile, poliestere, nylon o altri materiali piuttosto spessi. Il più delle volte, il nastro è costituito da cera, resina o una combinazione dei due materiali.

Quali sono i vantaggi della stampa termica

 Se devi stampare un gran numero di ricevute nel tuo negozio, la stampa termica è un'ottima scelta. Ecco per quali motivi.

Durata: non c'è storia. Se si tratta di stampare ricevute o etichette, la stampa termica assicura una durata assai superiore all'equivalente su carta standard.

Versatilità: come anticipato, la stampa termica permette di realizzare un'ampia varietà di documenti, quali, per esempio, ricevute e scontrini fiscali, biglietti, etichette - adesive e non. Manutenzione: dulcis in fundo, le stampanti termiche richiedono una manutenzione ridotta rispetto alle più comuni stampanti a getto d'inchiostro: sono soggette a meno guasti e, ovviamente, non avendo bisogno di inchiostro, non necessitano della sostituzione periodica delle cartucce.

Questo articolo è offerto da Errebi, azienda bergamasca specializzata nella produzione e vendita di rotoli in carta termica personalizzati. Da oltre quarant'anni, Errebi trasforma la carta in rotoli certificati. Oggi, la capacità produttiva dei suoi stabilimenti è di 150.000 rotoli al giorno.



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Chi è e cosa fa un gestore di immobili

Il gestore di proprietà immobiliari? Può essere un solo professionista o una società. Oltre a doversi assumere tante responsabilità, deve avere competenze solide in più materie. Vediamo meglio perché... Un gestore di proprietà immobiliari è un professionista o una società assunto per supervisionare le operazioni quotidiane di una qualunque unità immobiliare. Sempre più spesso, proprietari di immobili e investitori immobiliari assumono gestori di proprietà quando non sono disposti, o non sono in grado di, gestire le proprietà in autonomia. Quindi, il gestore della proprietà immobiliare a (continua)

Zucchero: quando la purezza te la dice il polarimetro

L’industria alimentare è, a ragione, uno dei settori che più di ogni altro fanno affidamento su accurate analisi chimiche e di laboratorio per definire la qualità dei cibi che ogni giorno le famiglie italiane portano in tavola. Tra gli alimenti sottoposti a rigide analisi, lo zucchero. Vediamo insieme in cosa consiste l’analisi di polarimetria e come si usa il polarimetro Come si usa il pol (continua)

Progettazione di edifici passivi: criteri e modelli

Progettazione di edifici passivi: criteri e modelli
Il termine casa passiva viene sempre più utilizzato in Italia: derivante dal Nord Europa, la Passiv Haus è un edificio che copre la maggior parte del suo fabbisogno energetico per il riscaldamento o il raffrescamento ricorrendo a dispositivi passivi. Il termine casa passiva viene sempre più utilizzato in Italia: derivante dal Nord Europa, la Passiv Haus è un edificio che copre la maggior parte del suo fabbisogno energetico per il riscaldamento o il raffrescamento ricorrendo a dispositivi passivi. In altre parole, è una casa che si assicura il benessere termico non attraverso caldaie, termosifoni, o normali sistemi di produzione e dist (continua)

Il rispetto per l’ambiente passa anche dalla logistica

Nell’ultimo anno le vendite e-commerce hanno subito una crescita esponenziale. Questa nuova realtà ha portato le aziende della logistica e del mondo dei trasporti a nuove consapevolezze. Una tra tante? La necessità di packaging sempre più sostenibili per il mondo di domani. Scopriamo insieme qualcosa di più Più acquisti, più imballaggi: un bene o un male?È proprio vero: a un numero sempre più alto di acquisti su piattaforme e-commerce, segue un aumento proporzionale degli imballaggi. Un dato negativo? Nì. La situazione che stiamo vivendo da un anno a questa parte ha in realtà accelerato un approccio che già da tempo molte aziende della logistica e del trasporto avevano deciso di seguire. Un numero se (continua)

Polarimetro: funzionamento e uso dello strumento da laboratorio

Polarimetria: un po’ di storiaIl fisico Francois Jean Dominique Arago gettò per primo le basi della polarimetria tagliando un cristallo di quarzo perpendicolare all'asse del cristallo, notando così una rotazione della luce polarizzata linearmente sul cristallo stesso.È stato poi lo scienziato Jean Baptiste Biot a osservare che la stessa rotazione dell’asse di polarizzazione registrata da Arago per (continua)