Home > Cultura > Massimo Paracchini espone alla galleria Nelson Cornici

Massimo Paracchini espone alla galleria Nelson Cornici

scritto da: Maxpara | segnala un abuso

Massimo Paracchini espone alla galleria Nelson Cornici

Massimo Paracchini espone in vetrina da “Nelson Cornici”, in via Walter Manzone n.55 a Vercelli, alcune opere sul tema del Carnevale e di San Valentino di forme diverse e cioè ad esagono, a cuore, a pentagono e a rombo. Tutte le opere sono state realizzate con la tecnica inventata e denominata dallo stesso autore “Free modelling” cioè sono sostanzialmente delle pittosculture dove oltre ai colori vengono esaltate le forme e i volumi, coinvolgendo lo spettatore sia da un punto di vista visivo che tattile. Per finire vi è anche un’opera figurativa di qualche anno fa, rappresentante un “Pierrot che offre una rosa”.


Massimo Paracchini espone in vetrina da “Nelson Cornici”, in via Walter Manzone n.55 a Vercelli, alcune opere sul tema del Carnevale e di San Valentino di forme diverse e cioè ad esagono, a cuore, a pentagono e  a rombo. Tutte le opere sono state realizzate con la tecnica inventata e denominata dallo stesso autore “Free modelling” cioè sono sostanzialmente delle pittosculture dove oltre ai colori vengono esaltate le forme e i volumi, coinvolgendo lo spettatore sia da un punto di vista visivo che tattile. Per finire vi è anche un’opera figurativa di qualche anno fa,  rappresentante  un “Pierrot che offre una rosa”.

 

Commento alle opere:

 

Lasciar danzare liberamente ogni colore sulla tela bianca, trasmutare ogni immagine appartenente ad un mondo mitico arcadico- euclideo, ormai superato, in pura visione contemporanea attraversata dalle geometrie vorticose iperellittiche e iperdimensionali dell’Universo, per mezzo di una progressiva Kromotrance trascendentale che proietta all’improvviso ogni artista in una dimensione totalmente estatica grazie a quella libera e magica aspersione kromoalchemica che tutto trasforma e tutto trasfigura e che può arrivare anche, attraverso uno spontaneo e deciso Free Sprinkling Overflowing e Sparkling, alla fase finale della transatomizzazione assoluta di qualsiasi oggetto rappresentato, permettendoci così di cogliere l’essenza più vera e più profonda di ogni cosa.

Attraverso il Free Sprinkling Overflowing e Sparkling  e la continua ricerca alchemica l’artista potrà arrivare ad una condizione di kromohypnosis, cioè a quell’esperienza di Kromotrance in cui si avrà la perdita sensoriale dell’orientamento in un mondo arcadico – euclideo per entrare in un’altra visione trascendentale in cui si raggiungerà uno stato di Kronohypnosis, cioè di sospensione o perdita del senso del tempo, che diventerà infinito, eterno e ci farà entrare in una dimensione concettuale, totalmente astratta, interiore e soggettiva.

In ogni ricerca artistica si arriva ad un momento in cui non è più sufficiente solo cogliere il colore e il movimento della materia nello spazio, ma diventano più importanti le interferenze del nostro io, della nostra mente, del pensiero, dell’anima,  del cuore   sul    mondo    che ci   circonda. Sono queste strutture interiori che modificano a poco a poco la percezione della realtà introiettata e ne fanno un unicum irripetibile.

Dipingere è sognare un altro mondo con gli occhi di un artista che sa trasfigurare le forme e i colori attraverso un Free Sprinkling Overflowing immediato, deciso, graffiante a volte distruttivo, che sa cogliere gli infiniti movimenti ondulatori sia dell’anima, pulsante di vita, che si emoziona di fronte all’eterno spettacolo della natura, sia di un Universo in continua espansione  che tende ad inglobare i cieli e la terra dell’uomo, trasformandoli in una magica visione.

Dai movimenti iperellittici, curvilinei e iperdimensionali della transgeometria  di Universi profondi si genererà la nuova forma dinamica, astratta, cosmica, eterna in una nuova e pura visione eidetica e trascendentale.

Da un punto che si muove a spirale si può generare un Universo infinito in grande espansione con i suoi colori accesi, le sue forme sinuose e un perpetuo movimento curvilineo che tutto avvolge e trasfigura.

Un movimento e una forza centripeti ci riportano all’origine  di tutto, alla Kromogenesi da cui tutto è nato e si è accresciuto attraverso una immensa Kromoenergy che tutto pervaderà diffondendosi nell’Universo intero.

Da un punto centrale il colore si espande all’infinito o in direzione rettilinea o curvilinea con movimento rotatorio, generando una vera Kromoexplosion che tutto travolge e trasfigura come in un vero Big Bang artistico che darà origine ad uno dei tanti  Universi possibili attraverso una vera e propria Kromoenergy che si atomizzerà per dare forma ad una  visione totalmente nuova.

La forza centrifuga e quella centripeta sono due forze contrapposte fondamentali che generano il movimento e il dinamismo continuo dell’Universo intero.

Deflagrazioni in Kromoexplosion alchemiche  che nascono dagli abissi profondi dell’anima e della mente creatrice dell’artista in  Kromotrance e che  si diffondono ovunque con energia cromatica infinita, travolgendo ogni forma conosciuta, disgregandola e transatomizzandola per proiettarla nuovamente verso un altro Kaos primordiale nell’alba iperdimensionale fluente e vibrante della ri-genesi artistica.

Vortex in Kromoexplosion, puri flussi di energia cosmica da cui tutto ha avuto origine attraverso un movimento rotatorio che nasce dalle torsioni dinamiche generate da un punto centrale,  quando dal Kaos del Free Sprinkling Overflowing e Sparkling si darà vita alla nuova forma astratta, curvilinea e in eterno movimento evolutivo.

Kromoesplosion in rilievo come fuochi d’artificio o come mille soli scintillanti che si espandono all’infinito,  quando l’artista in Kromotrance, con il gesto di quella  magica e totalmente libera aspersione di colore  denominata Free Sprinkling Overflowing e Sparkling, destruttura il Kosmo per farlo ritornare al Kaos primigenio,  quando tutto, compresi il tempo e lo spazio,  ha avuto origine da un’onda iperellittica e adimensionale di pura energia fluente e vibrante. 

Vortici in Kromoexplosion, torsioni della tela in rilievo che si espandono all’infinito  in Free Sprinkling Overflowing e Sparkling, quando l’artista in Kromotrance trasfigura ogni immagine in Visione Trascendentale.

Tutto è frutto di un equilibrio tra il Cosmo ordinato e il Kaos primigenio da cui tutto ha avuto inizio, cioè fondamentalmente  da un’armonia raggiunta   tra due forze contrapposte,  complementari,  ma sempre in tensione che generano eternamente  la forma dinamica, astratta, costantemente trasfigurata  dai movimenti vorticosi  iperellittici  dell’Universo intero.

L’artista può immaginare con la massima libertà uno dei tanti Universi possibili e realizzarlo con solo i quattro colori alchemici fondamentali dell’estate e cioè il bianco, il giallo, l’arancione e il rosso e costituire così un nuovo Universo in Quadrickromia.

Il pensiero dell’artista precede qualsiasi forma e colore, l’energia psichica creatrice in kromotrance è in grado di generare infiniti nuovi Universi al di fuori del tempo e dello spazio, ma può anche transatomizzarli,  trasfigurando qualsiasi nuova visione attraverso il Free Sprinkling Overflowing e Sparkling e attraverso i movimenti vorticosi iperellittici e iperdimensionali della transgeometria, facendola diventare trascendentale per  riportarla infine  al Kaos primordiale da cui tutto ha avuto origine. In ogni opera vitale c’è una vera e continua tensione  tra kaos e cosmo, tra la creazione e la distruzione, ma tutto è magicamente cristallizzato e  fermato per sempre dalla psiche in estasi dell’artista che sa intravedere sempre nuovi orizzonti .

E’ fondamentale per l’artista acquisire una capacità di vedere oltre la realtà mitica arcadico-euclidea e di cogliere la luce nella sua completa pienezza e forza, in lunghezze d’onda differenti, per trasfigurare ogni nuova immagine in visione iperellittica e iperdimensionale attraverso un tetrachromatismo trascendentale che gli permetterà di percepire così un’infinità di sfumature  e di colori, amplificando in modo profondo la sua capacità e forza di transfigurare  il mondo  e  l’Universo intero per trascenderlo.

Da “Eidetica Trascendentale dell’arte” di Massimo Paracchini

 

 


Fonte notizia: https://www.informazione.it/c/BE2CA4E8-CB3E-4455-9AC1-697D2C9019D7/Massimo-Paracchini-espone-alla-Galleria-Nelson-Cornici


Massimo Paracchini | Galleria Nelson Cornici | Vercelli | Free Modelling | Free Modelling R-Evolution | Free Sprinkling Overflowing Sparkling | Free Sprinkling Regenesis | KromoRegenesis | Free Sprinkling R-Evolution | Rigenesi | Love Vortex | Heart | Psicotran |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Massimo Paracchini espone sul portale Art-shop.it


Galleria Nelson Cornici - Una vita per l'arte


Dream team. 9 artisti a confronto


SUPERFICI MATERICHE ED ENERGIA CREATIVA, GEOMETRIE FLUIDE E PITTOSCULTURE: L'EVOLUZIONE DELLA FORMA ESPRESSIVA SECONDO IL PITTORE MASSIMO PARACCHINI.


febbraio 2018 torna la grande boxe a Firenze


Giornata a porte aperte alla Chiesa di Scientology di Padova per celebrare la Giornata Mondiale di Mandela


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Massimo Paracchini espone al Museo Miit di Torino e alla Gefen Gallery di Mosca

Massimo Paracchini espone al Museo Miit di Torino e alla Gefen Gallery di Mosca
Massimo Paracchini partecipa con sei opere astratte e informali recenti, realizzate con la sua tecnica del “Plastic Painting” al Tour Italia-Russia organizzato dal Museo Miit di Torino. Le sedi espositive sono la Gefen Gallery di Mosca in via Rybinskaya e il Museo Miit di Torino in Corso Cairoli n.4, (con orario visite: da martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 o in altri orari su appuntamento per gruppi, visite guidate, scolaresche salvo proroghe covid) . La mostra sarà visitabile dal 7 al 30 maggio 2021. L’inaugurazione avverrà venerdì 7 maggio 2021 dalle ore 18.00, (con orario continuato per permettere una migliore affluenza del pubblico, evitando assembramenti come da disposizioni istituzionali, dalle ore 15.30 alle ore 19.30). Il primo progetto espositivo, a cui Massimo Paracchini parteciperà, essendo stato selezionato e anche insignito per l’alto valore espressivo ed artistico e la superiore qualità delle sue opere di un “attestato di merito e di qualità per la Mostra Moscow-Turin. Italia Russia Tour” dal Comitato Internazionale scientifico del Museo Miit presieduto dal Direttore Guido Folco, prevede videoproiezioni e mostre virtuali in 3 D che si terranno rispettivamente nella sede torinese del Museo MIIT di Torino sul totem museale multimediale, su parete della Sala Centrale del MIIT e sul tv 43" (oltre che sulla piattaforma virtuale 3D prescelta, sul sito www.museomiit.it e sui social dove le opere rimarranno visibili e consultabili) e presso la Gefen Gallery di Mosca sullo schermo cinematografico della sala, con l’obiettivo di intessere fin da subito e in previsione del ritorno alle mostre in presenza una fitta rete di conoscenze reciproche di collezionisti, appassionati, galleristi, curatori, artisti tra l’Italia e la Russia e altri Paesi. La mostra “ITALIA RUSSIA TOUR | MOSCOW - TURIN” inaugura un nuovo progetto espositivo che unisce Arte Multimediale - Arte virtuale 3D - Arte in presenza reale, il tutto seguendo la vocazione che da sempre sta alla base della filosofia espositiva e curatoriale del Museo MIIT diretto e fondato dal Presidente Guido Folco e della casa editrice Italia Arte di Torino, vale a dire la valorizzazione e la promozione di scambi culturali e artistici internazionali con realtà e istituzioni ai massimi livelli. Massimo Paracchini partecipa con sei opere astratte e informali recenti, realizzate con la sua tecnica  del “Plastic Painting”  al Tour Italia-Russia organizzato dal Museo Miit di Torino. Le sedi espositive sono la Gefen Gallery di Mosca in via Rybinskaya  e il Museo Miit di Torino in Corso Cairoli n.4, (con orario visite: da martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 o in altri (continua)

Massimo Paracchini espone a Mosca e a Torino

Massimo Paracchini espone a Mosca e a Torino
Massimo Paracchini partecipa con sei opere astratte e informali recenti, realizzate con la sua tecnica del “Plastic Painting” al Tour Italia-Russia organizzato dal Museo Miit di Torino. Le sedi espositive sono la Gefen Gallery di Mosca in via Rybinskaya e il Museo Miit di Torino in Corso Cairoli n.4, (con orario visite: da martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 o in altri orari su appuntamento per gruppi, visite guidate, scolaresche salvo proroghe covid) . La mostra sarà visitabile dal 7 al 30 maggio 2021. L’inaugurazione avverrà venerdì 7 maggio 2021 dalle ore 18.00, (con orario continuato per permettere una migliore affluenza del pubblico, evitando assembramenti come da disposizioni istituzionali, dalle ore 15.30 alle ore 19.30). Il primo progetto espositivo, a cui Massimo Paracchini parteciperà, essendo stato selezionato e anche insignito per l’alto valore espressivo ed artistico e la superiore qualità delle sue opere di un “attestato di merito e di qualità per la Mostra Moscow-Turin. Italia Russia Tour” dal Comitato Internazionale scientifico del Museo Miit presieduto dal Direttore Guido Folco, prevede videoproiezioni e mostre virtuali in 3 D che si terranno rispettivamente nella sede torinese del Museo MIIT di Torino sul totem museale multimediale, su parete della Sala Centrale del MIIT e sul tv 43" (oltre che sulla piattaforma virtuale 3D prescelta, sul sito www.museomiit.it e sui social dove le opere rimarranno visibili e consultabili) e presso la Gefen Gallery di Mosca sullo schermo cinematografico della sala, con l’obiettivo di intessere fin da subito e in previsione del ritorno alle mostre in presenza una fitta rete di conoscenze reciproche di collezionisti, appassionati, galleristi, curatori, artisti tra l’Italia e la Russia e altri Paesi. La mostra “ITALIA RUSSIA TOUR | MOSCOW - TURIN” inaugura un nuovo progetto espositivo che unisce Arte Multimediale - Arte virtuale 3D - Arte in presenza reale, il tutto seguendo la vocazione che da sempre sta alla base della filosofia espositiva e curatoriale del Museo MIIT diretto e fondato dal Presidente Guido Folco e della casa editrice Italia Arte di Torino, vale a dire la valorizzazione e la promozione di scambi culturali e artistici internazionali con realtà e istituzioni ai massimi livelli. Massimo Paracchini partecipa con sei opere astratte e informali recenti, realizzate con la sua tecnica  del “Plastic Painting”  al Tour Italia-Russia organizzato dal Museo Miit di Torino. Le sedi espositive sono la Gefen Gallery di Mosca in via Rybinskaya  e il Museo Miit di Torino in Corso Cairoli n.4, (con orario visite: da martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 o in altri (continua)

Massimo Paracchini partecipa al Tour Italia Russia

Massimo Paracchini partecipa al Tour Italia Russia
Massimo Paracchini partecipa con sei opere astratte e informali recenti, realizzate con la sua tecnica del “Plastic Painting” al Tour Italia-Russia organizzato dal Museo Miit di Torino. Le sedi espositive sono la Gefen Gallery di Mosca in via Rybinskaya e il Museo Miit di Torino in Corso Cairoli n.4, (con orario visite: da martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 o in altri orari su appuntamento per gruppi, visite guidate, scolaresche salvo proroghe covid) . La mostra sarà visitabile dal 7 al 30 maggio 2021. L’inaugurazione avverrà venerdì 7 maggio 2021 dalle ore 18.00, (con orario continuato per permettere una migliore affluenza del pubblico, evitando assembramenti come da disposizioni istituzionali, dalle ore 15.30 alle ore 19.30). Il primo progetto espositivo, a cui Massimo Paracchini parteciperà, essendo stato selezionato e anche insignito per l’alto valore espressivo ed artistico e la superiore qualità delle sue opere di un “attestato di merito e di qualità per la Mostra Moscow-Turin. Italia Russia Tour” dal Comitato Internazionale scientifico del Museo Miit presieduto dal Direttore Guido Folco, prevede videoproiezioni e mostre virtuali in 3 D che si terranno rispettivamente nella sede torinese del Museo MIIT di Torino sul totem museale multimediale, su parete della Sala Centrale del MIIT e sul tv 43" (oltre che sulla piattaforma virtuale 3D prescelta, sul sito www.museomiit.it e sui social dove le opere rimarranno visibili e consultabili) e presso la Gefen Gallery di Mosca sullo schermo cinematografico della sala, con l’obiettivo di intessere fin da subito e in previsione del ritorno alle mostre in presenza una fitta rete di conoscenze reciproche di collezionisti, appassionati, galleristi, curatori, artisti tra l’Italia e la Russia e altri Paesi. La mostra “ITALIA RUSSIA TOUR | MOSCOW - TURIN” inaugura un nuovo progetto espositivo che unisce Arte Multimediale - Arte virtuale 3D - Arte in presenza reale, il tutto seguendo la vocazione che da sempre sta alla base della filosofia espositiva e curatoriale del Museo MIIT diretto e fondato dal Presidente Guido Folco e della casa editrice Italia Arte di Torino, vale a dire la valorizzazione e la promozione di scambi culturali e artistici internazionali con realtà e istituzioni ai massimi livelli. Massimo Paracchini partecipa con sei opere astratte e informali recenti, realizzate con la sua tecnica  del “Plastic Painting”  al Tour Italia-Russia organizzato dal Museo Miit di Torino. Le sedi espositive sono la Gefen Gallery di Mosca in via Rybinskaya  e il Museo Miit di Torino in Corso Cairoli n.4, (con orario visite: da martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 o in altri (continua)

Massimo Paracchini - Plastic Painting da Rosso Smeraldo

Massimo Paracchini - Plastic Painting da Rosso Smeraldo
Massimo Paracchini, espone nuovamente in vetrina da “Rosso Smeraldo” (Arte, giochi e creatività) a Vercelli, in via Fratelli Bandiera n.18, dal 6 al 27 marzo, una decina di opere di vario formato ( quadrate, romboidali, a cuore, rettangolari), dopo i tanti apprezzamenti per la precedente esposizione di carnevale e di San Valentino da parte del pubblico per questa originale espressione artistica realizzata con la nuova tecnica inventata proprio da Paracchini, da lui denominata “Plastic Painting”, cioè fondamentalmente una pittura volumetrica o pittoscultura, dove oltre ai colori puri vengono esaltate le forme e i volumi, coinvolgendo lo spettatore da più punti di vista, ma soprattutto sul piano tattile e visivo. Massimo Paracchini, espone nuovamente in vetrina  da “Rosso Smeraldo” (Arte, giochi e creatività) a Vercelli, in via Fratelli Bandiera n.18, dal 6 al 27 marzo, una decina di opere di vario formato ( quadrate, romboidali, a cuore, rettangolari), dopo i tanti apprezzamenti per la precedente esposizione di carnevale e di San Valentino da parte del pubblico per questa originale espressione (continua)

Massimo Paracchini espone sul portale Art-shop.it

Massimo Paracchini espone sul portale Art-shop.it
Massimo Paracchini entra nel nuovo elegante portale d’arte contemporanea intitolato Art-shop.it con una decina di opere astratte e informali scelte personalmente dal noto gallerista e ideatore del portale Mario Mazzoleni che in questi mesi di chiusura forzata dei suoi prestigiosi spazi espositivi ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo, ha lavorato a questo nuovo interessante progetto artistico raggruppando più di 70 artisti contemporanei di tutta Italia e presentando le loro interessanti creazioni, dalla pittura figurativa a quella astratta, dalla corrente Pop Art alla scultura, dalla fotografia al design. Il nuovo portale d’arte contemporanea, che fa capo ad Art Events Mazzoleni s.r.l., è suddiviso in vari comparti: dalla pittura alla scultura, dalla fotografia d’autore fino alla moda artistica. L’importante evento viene pubblicizzato nel mese di febbraio anche sulla rivista Arte Mondadori, il mensile d’arte più letto e diffuso sul territorio nazionale. Le opere di Massimo Paracchini scelte, vanno dalle prime sperimentazioni astratte fino alle ultimissime personali ricerche informali che sconfinano nella pittoscultura denominata dall’artista “ Free modelling”. Attualmente Paracchini espone in vetrina da “Rosso Smeraldo” a Vercelli in via Fratelli Bandiera n.18 sei opere a forma di cuore sul tema dell’amore per il periodo di carnevale e di S. Valentino. Altre opere sempre sul tema di carnevale e di S. Valentino sono esposte anche in vetrina alla Galleria Nelson Cornici in via Walter Manzone n.55 a Vercelli. Massimo Paracchini entra nel nuovo elegante portale d’arte contemporanea intitolato  Art-shop.it  con una decina di opere astratte e informali  scelte personalmente  dal noto gallerista  e ideatore del portale  Mario Mazzoleni che in questi mesi di chiusura forzata dei suoi prestigiosi spazi espositivi ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo, ha lavorato a que (continua)