Home > Cultura > Giornate Europee del Patrimonio 2018: dopo 150 anni torna a Nola il "Mosaico dell’aquila" e per la prima volta si aprono al pubblico i sottotetti del Duomo

Giornate Europee del Patrimonio 2018: dopo 150 anni torna a Nola il "Mosaico dell’aquila" e per la prima volta si aprono al pubblico i sottotetti del Duomo

scritto da: Professional Communication | segnala un abuso

Giornate Europee del Patrimonio 2018: dopo 150 anni torna a Nola il


“L’arte di condividere” è il tema scelto per le Giornate Europee del Patrimonio 2018 che a Nola accenderanno i riflettori sul Duomo e sulle sue meraviglie più nascoste. L'associazione Meridies ha organizzato per l'occasione un inedito percorso nella fabbrica più importante della città, tra i sottotetti, il campanile e altri luoghi solitamente inaccessibili. Un percorso animato da aneddoti, tracce del passato e opere d'arte che porterà i visitatori a guardare da una prospettiva tutta nuova la cattedrale nolana. Inoltre, in questa occasione, nella chiesa dei Santi Apostoli, sarà inaugurata la mostra “Il Mosaico dell’aquila: da Nola a Capua/da Capua a Nola”, dedicata all’emblema rinvenuto nell'insula episcopale di Nola nel secolo XIX e oggi custodito nel Museo Provinciale Campano. Contemporaneamente al museo di Capua saranno esposti reperti provenienti dal sito di Santa Maria Assunta in Pernosano, che testimoniano lo stretto legame, nel periodo longobardo, tra il principe di Capua e il sito del vallo di Lauro. «Grazie alla collaborazione tra l’associazione, il Museo Diocesano di Nola e il Museo Provinciale Campano di Capua - spiega Michele Napolitano presidente di Meridies - torna a Nola, dopo 150 anni, un meraviglioso mosaico rinvenuto durante i lavori di ricostruzione della Cattedrale ottocentesca. Una operazione interamente finanziata dalla SanaDomus – S.I.M. progetti s.r.l. a cui va il nostro plauso per aver scelto di investire in cultura per la città». Le attività rientrano nell’ottava edizione di SettembrArte, la rassegna culturale curata dall’associazione nolana. Di seguito tutte le informazioni utili: 22 Settembre - visite guidate dal Salone dei Medaglioni del Palazzo vescovile di Nola (via San Felice 30) ore: 17.00 - 18.15 - 19.30 - 20.45. Evento gratuito, prenotazione obbligatoria (3475461957). 23 Settembre - Salone dei Medaglioni del Palazzo vescovile di Nola (via San Felice 30) ore: 17.00 firma del protocollo di intesa tra il Museo Diocesano di Nola e Museo Provinciale Campano di Capua Interverranno: Dott. Michele Napolitano - Presidente associazione Meridies Dott.ssa Antonia Solpietro – Direttrice Museo Diocesano di Nola Dott. Mario Cesarano – Direttore del Museo Provinciale di Capua Dott. Luigi De Cristofaro – Delegato ai Beni Culturali della Provincia di Caserta Visite guidate dal Salone dei Medaglioni 17.15 - 18.15 - 19.30 - 20.45. Evento gratuito, prenotazione obbligatoria (3475461957).

Fonte notizia: http://www.meridies-nola.org/


Meridies | SettembrArte | SettembrArte 2018 | L’arte di condividere | Giornate Europee del Patrimonio 2018 | Mosaico dell’aquila | eventi culturale gratuiti | Associazione Culturale Meridies |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Ristopiù Lombardia Al TuttoFood 2013 con Ursa Major Group Parola d’ordine: novità


Ciro Pompeo mi arrampico senza vedere. Solo Exhibition


Il Villaggio di Babbo Natale: la magia della condivisione di momenti lieti


DIMENSIONE BENESSERE IN EDICOLA: ALESSANDRO CECCHI PAONE AFFRONTA IL TEMA DEI VACCINI


In Umbria fra i sapori della Valnerina: miele, tartufo e canapa


GAMMA SANIACCESS: LA SOLUZIONE IDEALE PER ALBERGHI E OSPITALITA’!


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Federico Pisano: fuori il nuovo brano "Botta di culo"

Federico Pisano: fuori il nuovo brano
E’ disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “Botta di culo”, il nuovo singolo di Federico Pisano. Il brano, prodotto da MPD Entertainment, è nato dall’incontro di Federico con il maestro Alessandro Massa e Severino De Santis (Sevejah) ed è il primo che vede, nella stesura del testo, la firma del giovane artista. “Botta di culo”, dalle sonorità reggae, evidenzia la maturi (continua)

Cafiero pubblica l'inedito “Ti guardo ancora un po’”, uno spiraglio di luce per gli italiani

Cafiero pubblica l'inedito “Ti guardo ancora un po’”, uno spiraglio di luce per gli italiani
Salvatore Cafiero, in arte Cafiero, vanta una carriera illustre caratterizzata da una vasta esperienza live, non soltanto in Italia ma anche in Europa e in America. Fondatore dei Super Reverb, nel 2011 intraprende ufficialmente la carriera da solista con il nome “Cafiero” ed entra a far parte, come chitarrista, della band di Dolcenera. Nel 2014, dopo una serie di show live negli Stati (continua)

Le zeppole di San Giuseppe, prodotte da Caldarelli, garanzia di bontà

Le zeppole di San Giuseppe, prodotte da Caldarelli, garanzia di bontà
Le zeppole di San Giuseppe sono il dolce tipico della festa del papà, che si celebra il 19 marzo. Fritte o al forno, deliziose, morbide e fragranti, farcite con crema pasticcera ed amarena, rappresentano una specialità tipica della tradizione campana a cui è difficile resistere. Lo sa bene il talentuoso pasticciere Raffale Caldarelli che da anni, nonostante la sua giovane età, porta avanti una gra (continua)

Giuseppe Iadonisi: in radio il nuovo singolo "Luna"

Giuseppe Iadonisi: in radio il nuovo singolo
E’ in radio “Luna”, il nuovo singolo di Giuseppe Iadonisi. Il cantautore torna a cinque anni di distanza dall’album “Ama-Man” con un brano introspettivo, un invito a rigenerarsi, in cui emerge l’evoluzione stilistica avvenuta nel corso del tempo. Il singolo, prodotto da Carmine Nappi e Top Records, attesta, inoltre,  le qualità vocali dell&rsqu (continua)

Il gruppo teatrale Perlasca in scena con “Filumena Marturano a Roma”, l'8/12 a Riofreddo (RM) e il 15/12 a Manziana (RM)

Il gruppo teatrale Perlasca in scena con “Filumena Marturano a Roma”, l'8/12 a Riofreddo (RM) e il 15/12 a Manziana (RM)
Il gruppo teatrale Perlasca, operante nel territorio laziale fin dal 2015 presso vari teatri di centri anziani e presso altre istituzioni a marcato carattere sociale, mette in scena spettacoli che hanno, in buona parte, uno stretto legame con la città di Roma. Il repertorio si alterna tra alcune storie di Amerigo Giuliani della Roma a cavallo tra ‘800 e ‘900 e altre del teatro i (continua)