Home > News > Ecstasy: la droga giovanile che diventa un rischio

Ecstasy: la droga giovanile che diventa un rischio

articolo pubblicato da: Loredana Boschetti | segnala un abuso

Ecstasy: la droga giovanile che diventa un rischio

I volontari dell’Associazione  Mondo Libero dalla Droga continuano a battere sul tema delle droghe: a sostenere questa campagna sono anche tanti i  titolari dei locali pubblici di Padova che si prestano mettendo a disposizione del pubblico il materiale informativo di prevenzione.

 

Questo fine settimana sono stati distribuiti, gli opuscoli informativi di prevenzione alle droghe tra cui quello intitolato “La Verità sull’Ecstasy” ai cittadini e commercianti di Padova.

 

Al suo interno vi è una spiegazione dettagliata dei vari nomi che possono avere queste pasticche, testimonianze e informazioni generali come gli effetti collaterali a breve e lungo termine.

L’ecstasy fu inizialmente sviluppata dalla casa farmaceutica Merck nel 1912. La sua forma originale era chiamata “MDMA”. Fu usata nel 1953 dall’esercito americano nei test sulla guerra psicologica, e spuntò fuori negli anni ’60 come medicina psicoterapeutica per “ridurre le inibizioni”. Fu solo negli anni ‘70 che la MDMA cominciò ad essere usata come droga ricreativa.

 

All’inizio degli anni ’80, veniva invece promossa come “la più grande novità nella continua ricerca della felicità tramite la chimica” e “la droga di moda” per molte feste del fine settimana. Ancora legale nel 1984, la MDMA veniva venduta con il nome commerciale di “ecstasy” ma dal 1985 è stata proibita per ragioni di sicurezza per la salute.

 

Alla fine degli anni ’80, l’ecstasy è diventato un termine di “marketing” generico e, in realtà, può contenere pochissimo MDMA o addirittura nulla. Ciò che oggi viene chiamata ecstasy può contenere un grande miscuglio di sostanze: da LSD, cocaina, eroina, anfetamine e metanfetamine, a veleno per topi, caffeina, sostanze per eliminare parassiti intestinali dai cani, ecc.

 

Tra i vari effetti ci sono la confusione, la depressione, la paranoia, la nausea che a lungo termine diventano danni celebrali ai settori del cervello che regolano l’apprendimento, il sonno e l’emozione, ansia, perdita della memoria, disfunzioni renali, emorragie, psicosi, convulsioni e addirittura morte.

 

L’umanitario L. Ron Hubbard scrisse: “L’arma più efficace nella guerra contro la droga è l’istruzione.” ed per questo che i volontari continuano a informare e a fare prevenzione in modo che i giovani possano prendere decisioni più consapevoli e scegliere di vivere in modo più sano e felice. 

 

Per maggiori informazioni scrivi a noalladrogapadova@gmail.com o visita il sito www.noalladroga.it .

 

 

droga | la verità sulla droga | prevenzione | Mondo Libero dalla Droga | dico no alla droga | sociale | Padova | giovani | studenti | scuole | sostanze stupefacenti | dipendenze | ecstasy |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Anche a Sirmione si parla di ecstasy


CHE COS'è L'ECSTASY?


Cos'è l'ecstasy e quali effetti crea


Cos'è l'ecstasy e quali effetti crea


Regole e normative sui corsi antincendio in azienda


L'Ecstasy illustrata a Bedizzole.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Arriva a Padova Il Giardino dei Giochi aperto a tutti

Arriva a Padova Il Giardino dei Giochi aperto a tutti
Il progetto iniziato con i gonfiabili e il cinema all’aperto per i Padovani.   Il giardino dei Giochi è un progetto creato da alcuni volontari per creare delle attività creative per bambini e ragazzi di Padova.   Alcune associazioni, come La Via della Felicità e Uniti per i Diritti Umani, hanno sostenuto il progetto creando diverse iniziative: giornate di g (continua)

La Via della Felicità continua a diffondere il buon senso

La Via della Felicità continua a diffondere il buon senso
A Barletta arriva la guida per i giovani per una vita più felice.   I volontari dell’associazione La Via della Felicità di Barletta hanno nuovamente dato vita all’iniziativa del buon senso per i giovani della città: ciò consiste nel far conoscere ai cittadini l’opuscolo dal titolo La Via della Felicità consegnato gratuitamente staser (continua)

Portare ai giovani di Barletta una guida al buon senso

Portare ai giovani di Barletta una guida al buon senso
La Via della Felicità nelle mani dei barlettani.   I volontari dell’associazione La Via della Felicità di Barletta hanno dato vita all’iniziativa del buon senso per i giovani della città: ciò consiste nel far conoscere ai cittadini l’opuscolo dal titolo La Via della Felicità consegnato gratuitamente martedì sera ai ragazzi pre (continua)

Barletta: alla scoperta dei diritti umani

Barletta: alla scoperta dei diritti umani
I volontari di Barletta della Fondazione “Uniti per i Diritti Umani” continuano ad instillare nella società i principi base per una convivenza pacifica contenuti nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, affinché ognuno di noi li conosca e possa attuarli nella vita di tutti i giorni.   Proprio per facilitare la conoscenza a chiunque sabato sera 10 Agos (continua)

STOP ALLA DROGA ANCHE A JESOLO

STOP ALLA DROGA ANCHE A JESOLO
I volontari si attivano per informare i giovani sugli effetti delle droghe   Sabato sera, momento clou per Via Bafile a Jesolo, dove i giovani escono, si divertono e purtroppo alcuni fanno uso di sostanze stupefacenti. Abbiamo sentito nei vari media locali che l’uso di queste sostanze sta aumentando sempre più tra i ragazzi. Per questo i volontari dell’associazione Mondo (continua)