Home > Altro > Diritti umani: NESSUNA SCHIAVITU’

Diritti umani: NESSUNA SCHIAVITU’

scritto da: Affaripubblicipadova | segnala un abuso

Diritti umani: NESSUNA SCHIAVITU’


A Barletta, i volontari della Fondazione Uniti per i Diritti Umani in prima linea per la difesa e il ripristino dei Diritti Umani.

 

L. Ron Hubbard, filosofo e umanitario, in una conferenza tenuta a Washington D.C. il 4 luglio 1957 (4 luglio giorno di festa negli U.S.A per ricordare la firma della Dichiarazione di Indipendenza del 1776) dichiarò “…il punto è: può la gente permettersi di avere intorno a sé la schiavitù? A livello nazionale, può una Nazione qualsiasi permettersi di avere nelle sue vicinanze un paese povero e malandato? No. Può uno Stato qualsiasi mandare a rotoli il governo di un altro Stato? No!. … - e ancora, e cito – Nessuna Nazione sulla faccia della terra può permettersi di svilire il potere di un’altra Nazione. Nessuna guerra ha mai portato a nient’altro che guerra. Ed ogni volta che si svilisce il controllo che un altro essere umano esercita su sé stesso ed il suo ambiente, si incorre nelle medesime circostanze.”

 

Profezie o semplice osservazione? Dunque quanto conta in una democrazia o in uno stato che si definisce tale, il rispetto per il prossimo? La sua libertà di pensiero, di religione, il diritto ad avere un lavoro, una casa, un’equa “giustizia”, libertà d’asilo, libertà di manifestare, diritto a contribuire al miglioramento della propria società? Tutto questo è contenuto in un documento meglio conosciuto come “LA CARTA UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI” documento approntato e sottoscritto a ridosso della seconda guerra mondiale, con la speranza che mai più nessun altro popolo potesse ritrovarsi ad affrontare devastazione, miseria e morte come dopo l’ultimo conflitto mondiale. Eppure la scena mondiale, così come oggi ci appare, sembra correre esattamente verso quella direzione: un conflitto che, visto la tenuta delle armi nucleari, lascerà ben poco da condividere e…governare!

 

La reale soluzione è che le giovani generazioni siano culturalmente disponibili al dialogo e tolleranti verso una società multiculturale e cosmopolita!

 

Siamo abituati a parlare di Governi e istituzioni come se “quei muri” fossero i Governi e le Istituzioni, ma quelli non sono i governi, non sono le istituzioni: gli Uomini lo sono!

 

Ecco la Campagna mondiale sui diritti umani: distribuzione di materiale informativo in ogni angolo della terra, nei paesi coinvolti e strozzati da conflitti fratricidi a quelli dove ancora si può accendere la speranza di un mondo migliore. Così anche in Puglia con i volontari di Uniti per i Diritti Umani si percorre questo cammino culturale e pieno di fiducia nell’Uomo.

 

A Barletta, non si resta a guardare e in collaborazione con la suddetta associazione, si continuano ad organizzare manifestazioni con distribuzione gratuita di materiali, visualizzazioni di dvd e anche raccolte firme per invitare il Governo italiano a ripristinare, attraverso una serie di iniziative educative, l’insegnamento nelle scuole della “Carta dei Diritti Umani”.

 

 “L’Uomo non può permettersi la schiavitù. Non può permettersi la coercizione: non può permettersi di fare a pezzi il suo prossimo se mai desidera vivere in qualche modo” e noi siamo certi che questa sia la verità!

 

Ufficio Stampa

Uniti per i Diritti Umani – Barletta


Fonte notizia: https://www.unitiperidirittiumani.it/


diritti umani | diritto | dichiarazione universale | esseri umani | violazione | violazioni dei diritti umani | scuole | giovani | insegnanti | educatori | Barletta | uniti per diritti umani |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

UNITI PER I DIRITTI UMANI - Speciale presentazione tenuta presso la Chiesa di Scientology di Milano


Apprendere i Diritti Umani - SERVIZI ON-LINE PER L’ISTRUZIONE


La Chiesa di Scientology per l’educazione sui Diritti Umani


In tutto il mondo si celebra la Dichiarazione Universale Dei Diritti Umani


Senigallia: educare al rispetto tramite i diritti umani


Diritti Umani: ricordare le vittime dell'olocausto


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La Via della Felicità applicata al mondo del lavoro

La Via della Felicità applicata al mondo del lavoro
Secondo webinar gratuito per ripristinare fiducia e onestà nel posto di lavoro. Viviamo in un mondo di immoralità e criminalità crescente. Ne sentiamo le ripercussioni ogni giorno. I furti dei dipendenti causano un terzo di tutti i fallimenti e costano ai datori di lavoro un miliardo di dollari l’anno. Le frodi assicurative superano gli 80 miliardi di dollari l’anno con falsi incidenti, infortuni e malattie. Alla radice di tutto questo troviamo la perdita dei valori mo (continua)

PERCHÉ LA COCAINA PROVOCA UNA DIPENDENZA COSÌ ELEVATA?

Dopo la metanfetamina, la cocaina crea la maggiore dipendenza psicologica fra tutte le droghe. Stimola i centri chiave del piacere che risiedono nel cervello e causa un’euforia molto elevata. L’assuefazione ha luogo rapidamente, tanto che chi ne è dipendente ben presto non raggiunge più lo sballo che prima aveva ottenuto dalla stessa quantità di cocaina. COMBINAZIONE MORTALE DI DROGHE (continua)

OBIETTIVI E METE

I vostri sogni possono diventare realtà - CORSO ON-LINE I vostri sogni possono diventare realtà - CORSO ON-LINE Perché le persone a volte lavorano duramente per raggiungere le proprie mete ma non fanno nessun progresso nel raggiungerle. Che cosa puoi fare, passo dopo passo, per trasformare i tuoi piani in una realtà. Gli esatti strumenti per stabilire e raggiungere le mete in qualsiasi attività. Come si realizza qualcosa (continua)

Chi conosce realmente gli effetti distruttivi dell’eroina?

Scopri La verità sull’Eroina prima che sia troppo tardi DANNI IMMEDIATI: Gli effetti immediati dell’eroina comprendono un’ondata di sensazioni, un “flash”. Questo è spesso accompagnato da vampate di calore e secchezza della bocca. A volte, la reazione iniziale può includere vomito o forte prurito. Dopo che gli effetti iniziali si attenuano, si prova sonnolenza per diverse ore. Le funzioni basilari del corpo, come il respiro ed il battito cardiaco, rallentano. Qualche ora dopo che gli effetti della droga sono diminuiti, l’organismo inizia a chiederne altra. Se non riceve un’altra dose, comincerà la fase di astinenza. L’astinenza include i più estremi sintomi fisici e mentali e si m (continua)

30 Luglio: Giornata mondiale dell’Amicizia

30 Luglio: Giornata mondiale dell’Amicizia
Cerca di trattare gli altri come vorresti che gli altri trattassero te. La giornata internazionale dell’amicizia è stata proclamata nel 2011 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con l’idea che l’amicizia tra popoli, paesi, culture e individui sia in grado di stimolare iniziative di pace e costruire ponti tra le comunità  e si celebra il 30 luglio.  Nella Costituzione dell’UNESCO troviamo queste parole: “Poiché la guerra ha inizio nella mente (continua)