Home > Altro > Diritti umani: NESSUNA SCHIAVITU’

Diritti umani: NESSUNA SCHIAVITU’

articolo pubblicato da: affaripubblicipadova | segnala un abuso

Diritti umani: NESSUNA SCHIAVITU’

A Barletta, i volontari della Fondazione Uniti per i Diritti Umani in prima linea per la difesa e il ripristino dei Diritti Umani.

 

L. Ron Hubbard, filosofo e umanitario, in una conferenza tenuta a Washington D.C. il 4 luglio 1957 (4 luglio giorno di festa negli U.S.A per ricordare la firma della Dichiarazione di Indipendenza del 1776) dichiarò “…il punto è: può la gente permettersi di avere intorno a sé la schiavitù? A livello nazionale, può una Nazione qualsiasi permettersi di avere nelle sue vicinanze un paese povero e malandato? No. Può uno Stato qualsiasi mandare a rotoli il governo di un altro Stato? No!. … - e ancora, e cito – Nessuna Nazione sulla faccia della terra può permettersi di svilire il potere di un’altra Nazione. Nessuna guerra ha mai portato a nient’altro che guerra. Ed ogni volta che si svilisce il controllo che un altro essere umano esercita su sé stesso ed il suo ambiente, si incorre nelle medesime circostanze.”

 

Profezie o semplice osservazione? Dunque quanto conta in una democrazia o in uno stato che si definisce tale, il rispetto per il prossimo? La sua libertà di pensiero, di religione, il diritto ad avere un lavoro, una casa, un’equa “giustizia”, libertà d’asilo, libertà di manifestare, diritto a contribuire al miglioramento della propria società? Tutto questo è contenuto in un documento meglio conosciuto come “LA CARTA UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI” documento approntato e sottoscritto a ridosso della seconda guerra mondiale, con la speranza che mai più nessun altro popolo potesse ritrovarsi ad affrontare devastazione, miseria e morte come dopo l’ultimo conflitto mondiale. Eppure la scena mondiale, così come oggi ci appare, sembra correre esattamente verso quella direzione: un conflitto che, visto la tenuta delle armi nucleari, lascerà ben poco da condividere e…governare!

 

La reale soluzione è che le giovani generazioni siano culturalmente disponibili al dialogo e tolleranti verso una società multiculturale e cosmopolita!

 

Siamo abituati a parlare di Governi e istituzioni come se “quei muri” fossero i Governi e le Istituzioni, ma quelli non sono i governi, non sono le istituzioni: gli Uomini lo sono!

 

Ecco la Campagna mondiale sui diritti umani: distribuzione di materiale informativo in ogni angolo della terra, nei paesi coinvolti e strozzati da conflitti fratricidi a quelli dove ancora si può accendere la speranza di un mondo migliore. Così anche in Puglia con i volontari di Uniti per i Diritti Umani si percorre questo cammino culturale e pieno di fiducia nell’Uomo.

 

A Barletta, non si resta a guardare e in collaborazione con la suddetta associazione, si continuano ad organizzare manifestazioni con distribuzione gratuita di materiali, visualizzazioni di dvd e anche raccolte firme per invitare il Governo italiano a ripristinare, attraverso una serie di iniziative educative, l’insegnamento nelle scuole della “Carta dei Diritti Umani”.

 

 “L’Uomo non può permettersi la schiavitù. Non può permettersi la coercizione: non può permettersi di fare a pezzi il suo prossimo se mai desidera vivere in qualche modo” e noi siamo certi che questa sia la verità!

 

Ufficio Stampa

Uniti per i Diritti Umani – Barletta

diritti umani | diritto | dichiarazione universale | esseri umani | violazione | violazioni dei diritti umani | scuole | giovani | insegnanti | educatori | Barletta | uniti per diritti umani |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

UNITI PER I DIRITTI UMANI - Speciale presentazione tenuta presso la Chiesa di Scientology di Milano


Apprendere i Diritti Umani - SERVIZI ON-LINE PER L’ISTRUZIONE


La Chiesa di Scientology per l’educazione sui Diritti Umani


In tutto il mondo si celebra la Dichiarazione Universale Dei Diritti Umani


Una campagna per diffondere i Diritti Umani


Senigallia: educare al rispetto tramite i diritti umani


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MOLLY – DROGA DAL NOME INNOCUO – HA EFFETTI COLLATERALI DELETERI E LETALI

MOLLY – DROGA DAL NOME INNOCUO – HA EFFETTI COLLATERALI DELETERI E LETALI
La MDMA, considerata una droga ricreativa e detta anche Molly o Ecstasy, la droga della festa. Molly è uno dei nomi della MDMA – acronimo del nome chimico 3,4-metilenediossimetanfetamina – una droga sintetica simile a uno stimolante e ad un allucinogeno. La MDMA può essere trovata in polvere bianca o cristalli, mentre l’Ecstasy, è tipicamente venduta sotto (continua)

Ruby Bridges: La Più Giovane Eroina dei Diritti Civili

Ruby Bridges: La Più Giovane Eroina dei Diritti Civili
I volontari di Gioventù per i Diritti Umani ricordano la storia della ragazzina di New Orleans.   Il 14 novembre 1960, una bimba di sei anni di nome Ruby Bridges percorse i pochi isolati che separavano la sua casa dalla scuola pubblica Wlliam Franz a New Orleans, in Louisiana. Le telecamere televisive la seguirono. Persone inferocite agitavano cartelli ostili, inveendo contro la picc (continua)

Volontari all’opera per divulgare online LA VIA DELLA FELICITA’

  Si legge nell’opuscolo “La gioia e la felicità’ autentiche non hanno prezzo”…. Se non si riesce a sopravvivere non si può ottenere gioia e felicità. E’ difficile sopravvivere in questa società caotica e difficile, poco onesta, dove la sopravvivenza può essere minacciata dalle continue azioni delle persone che ci vivo (continua)

Cosa ti diranno gli spacciatori?

  Comprendere lo spaccio, visto che non sempre arriva dagli estranei… Sebbene in questi giorni i ragazzi stiano a casa, è bene che conoscano alcune semplici informazioni sullo spaccio. Proprio per informare i ragazzi che sono costantemente presenti sui social, noi volontari di Mondo libero dalla droga Padova, vogliamo informarli ampiamente, in merito ai rischi che puoi correr (continua)

Giornata Mondiale della Felicità: ABBI CURA DI TE STESSO

Giornata Mondiale della Felicità: ABBI CURA DI TE STESSO
Il Primo precetto della guida al buon senso de La Via della Felicità.   “Curati quando sei ammalato. Spesso le persone, quando sono ammalate, anche di malattie contagiose, non si isolano né cercano di ricevere una cura appropriata. Questo, come puoi facilmente capire, tende a metterti in pericolo. Insisti affinché, quando una persona è ammalata, prenda le p (continua)