Home > Ambiente e salute > Avv. Marco Carra: morbillo, 435.000 bambini non vaccinati in Italia tra il 2010 e il 2017

Avv. Marco Carra: morbillo, 435.000 bambini non vaccinati in Italia tra il 2010 e il 2017

articolo pubblicato da: Marco Carra | segnala un abuso

Avv. Marco Carra:  morbillo, 435.000 bambini non vaccinati in Italia tra il 2010 e il 2017
Tra il 2010 e il 2017, circa 21,1 milioni di bambini all'anno non ha effettuato la prima dose del vaccino contro il morbillo per una stima totale di 169 mln.In Italia sono 435.000 “L’aumento del numero di bambini non vaccinati ha creato un canale per le epidemie di morbillo che si stanno attualmente diffondendo in tutto il mondo”. A dirlo è l’Unicef e l'avv. Marco Carra, che da Segretario della Commissione Sanità di Regione Lombardia si è battuto per l'obbligo delle vaccinazioni evidenzia come vi sia in corso una vera e propria epidemia. Durante i primi tre mesi del 2019, più di 110.000 casi di morbillo sono stati segnalati in tutto il mondo, con un aumento vicino al 300% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. E nel 2017 il morbillo è costato la vita a circa 110.000 persone, per lo più bambini, con un aumento del 22% rispetto all'anno precedente L'UNICEF ha spiegato che anche “se due dosi del vaccino contro il morbillo sono ‘essenziali’ per proteggere i bambini dalla malattia, la mancanza di accesso, i cattivi sistemi sanitari, l'autocompiacimento e in alcuni casi la paura dei vaccini, hanno portato a un calo della copertura globale che è risultata all’85% nel 2017, un dato che è rimasto relativamente costante nell'ultimo decennio. E va peggio per la seconda dose che ha raggiunto il 67% della copertura globale. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda una soglia del 95% di copertura vaccinale per ottenere la cosiddetta "immunità di gregge".

morbillo | vaccinazioni | marco carra | unicef | oms |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Marco Carra: in 3 mesi 577 nuovi casi di morbillo con 2 encefaliti e una vittima


Brevi cenni sul morbillo


Intervista a Luca Pagetti: Coven Egidio al Perfume Factory (Cosmoprof 2017)


Ritorna Vincitor!


Marco Carra:crisi latte si supera con unità


Brusciano grida “No alla camorra!”. Consiglio Comunale Straordinario, Sindaco Montanile, Istituzioni, Stato, Chiesa e Cittadini in unità di intenti. (Scritto da Antonio Castaldo)


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Avv. Marco Carra: sì al salario minimo

Avv. Marco Carra: sì al salario minimo
Dobbiamo ritornare a mettere il lavoro e la dignità dei lavoratori al centro dell’agenda politica, anche perché come dice l’art. 1 della Costituzione, siamo una Repubblica democratica fondata sul lavoro. Uno dei modi per farlo è certamente l’istituzione del salario minimo, ma non , a mio avviso, con una cifra prestabilita per legge (c’è infatti la proposta di 9 euro lordi l’ora). Se, finora, non (continua)

Avv. Marco Carra: le donne e il lavoro

Avv. Marco Carra: le donne e il lavoro
Le donne nel mercato del lavoro italiano rappresentano una storia di disuguaglianze. E’ vero che Il tasso di occupazione femminile italiano è aumentato negli ultimi anni, toccando il 48,8 per cento, ma media europea è però del 60 per cento. I dati sul lavoro delle donne in Italia indicano inoltre che esiste una disparità tra uomini e donne, come dimostra plasticamente il fatto che la diminuzion (continua)

Avv. Marco Carra: subito il taglio del cuneo fiscale

Avv. Marco Carra: subito il taglio del cuneo fiscale
La priorità il lavoro, che risulta da tutti i sondaggi la prima e più grande preoccupazione degli italiani. La principale misura da introdurre subito è il taglio del cuneo fiscale, che è, in sostanza, la differenza tra lo stipendio lordo versato dal datore di lavoro e la busta paga netta incassata dai dipendenti. Dall’ultimo rapporto Istat risulta che la retribuzione netta che resta a disposizion (continua)

Avv. Marco Carra: disabile licenziata per aggravamento malattia

Avv. Marco Carra: disabile licenziata per aggravamento malattia
Una donna, dipendente di Eurospin Tirrenica a Vinci, invalida, assunta come categoria protetta e con un figlio, è stata licenziata. Motivo: in seguito all’aggravamento della sua patologia (patologia in base alla quale era stata assunta come categoria protetta), la lavoratrice ha superato il limite di sei mesi di malattia (previsti dal Contratto) in quanto stava effettuando terapie salva vita. A (continua)

Marco Carra: scompare ben 1 milione di bambini ogni anno in Europa

Marco Carra: scompare ben 1 milione di bambini ogni anno in Europa
Scompaiono perché minori, stranieri e non accompagnati, senza genitori, documenti e protezione. Solo una piccola percentuale viene ritrovata: in Italia la media è di un bambino scomparso ogni sette giorni, solo il 18 per cento torna a casa. A volte scompaiono perché sottratti da un genitore, altre perché in fuga dal luogo in cui vivono. In alcuni casi scompaiono perché intercettati e rapiti in un (continua)