Home > Altro > Sicurezza dei servizi

Sicurezza dei servizi

scritto da: MarcaturaCEnet | segnala un abuso

Sicurezza dei servizi

La nostra società si occupa da molti anni di sicurezza dei prodotti. Tutte le leggi sulla marcatura CE di specifiche categorie di prodotti e quella sulla sicurezza generale dei prodotti, parlano appunto di “prodotti” ivi compresi i software, ma sempre e solo “prodotti”. E i servizi? Non è forse vero che anche i servizi possono creare situazioni di pericolo per il committente? Un servizio fatto male non può provocare danni, a volte drammatici? La mente corre immediatamente al servizio che ha gestito la funivia del Mottarone, oppure al servizio di manutenzione dei nostri ponti. Ci sono anche servizi molto più a portata di noi tutti, che ci vengono forniti o erogati quotidianamente la cui sicurezza può incidere pesantemente sulla nostra.


La sicurezza dei servizi e la loro conformità è un obbligo previsto dalla legge, alla pari di quella sui prodotti.

Breve introduzione

La nostra società si occupa da molti anni di sicurezza dei prodotti.

Tutte le leggi sulla marcatura CE di specifiche categorie di prodotti e quella sulla sicurezza generale dei prodotti, parlano appunto di “prodotti” ivi compresi i software, ma sempre e solo “prodotti”.

E i servizi?

Non è forse vero che anche i servizi possono creare situazioni di pericolo per il committente?

Un servizio fatto male non può provocare danni, a volte drammatici?

La mente corre immediatamente al servizio che ha gestito la funivia del Mottarone, oppure al servizio di manutenzione dei nostri ponti.

Ci sono anche servizi molto più a portata di noi tutti, che ci vengono forniti o erogati quotidianamente la cui sicurezza può incidere pesantemente sulla nostra.

Il CODICE DEL CONSUMO e le leggi europee

In posizione di avanguardia rispetto all’Europa, l’Italia anche sulla base della direttiva 2001/95/CE “sicurezza generale dei prodotti” ha ormai da molti anni approvato il “codice del consumo” che parla esplicitamente dei servizi e non solo dei prodotti. Link alla fonte ufficiale.

Inoltre, a livello europeo i servizi sono esclusi dalle direttive sui prodotti, non perché trascurati, ma perché sono oggetto di specifiche direttive.

Quindi, com’è logico che sia, anche i servizi rientrano nell’ambito dell’obbligo di sicurezza che chi li eroga deve garantire ai clienti, utenti, usufruitori in genere.

CI sono aziende che offrono ad esempio servizi di manutenzione, che può essere ordinaria e straordinaria.

Le direttive sulla marcatura CE escludono i servizi, ma ricomprendono invece i prodotti, gli strumenti e le attrezzature utilizzati per l’attività di manutenzione. Ovviamente strumenti ed attrezzature sono sottoposte all’obbligo di marcatura CE o alla conformità secondo la direttiva 2001/95/CE (LINK).

La marcatura CE del “saper fare”

Oltre alle componenti, alle attrezzature ed agli strumenti utilizzati nella manutenzione c’è quella parte di “saper fare” che è fondamentale in ogni attività e che la marcatura CE prende sempre in considerazione.

La marcatura CE infatti, non è la somma di tanti prodotti, magari già marcati CE, altrimenti sarebbe inutile. La marcatura CE comprende anche e soprattutto il “saper fare” (know how per i più esperti).

Senza il saper fare, chiunque potrebbe espletare il lavoro di qualsiasi altra persona, invece proprio quel “saper fare” differenzia i vari livelli di professionalità.

Quel “saper fare” rende efficace una manutenzione oppure la può rendere estremamente pericolosa se non letale.

Proviamo a riportare alla memoria le cronache di molti incidenti, gravi e gravissimi e scopriremo che la parola “manutenzione”, accompagnata dagli aggettivi “scarsa, inadeguata, mancante, improvvisata” è quasi sempre presente.

Vale per il ponte Morandi, ma provate a dare un’occhiata ai viadotti quando ci passate sopra, magari quelli dalle parti di Sulmona, ma vale anche per la funivia del Mottarone, o per un campanile crollato qui, un capannone collassato lì, qualche morto dentro a cisterne in fase di pulizia.

Laddove manca la corretta applicazione del “saper fare” dovuta ai più disparati motivi avvengono le tragedie che a volte colpiscono chi ha fatto la manutenzione in modo errato, molto più spesso, delle persone totalmente estranee, vittime del tutto inconsapevoli.

Quindi, anche i servizi devono essere soggetti a:

  • progettazione
  • adeguata formazione
  • precisi disciplinari, quindi procedure di gestione
  • documentazione di come devono essere erogati e successiva documentazione di come sono stati effettivamente forniti.

Tutto ciò può sembrare fantascienza in un Paese la cui cultura della manutenzione è basata sul: quando si rompe si cambia. Peccato che a volte quando si rompe è fuori tempo massimo.

Ti serve consulenza sulla sicurezza dei servizi?

Chiedere informazioni e ricevere risposte e/o preventivi è gratuito. Siamo consulenti per centinaia di aziende. Link CEC.group

Puoi contattarci scrivendo una mail o telefonando, utilizza i nostri seguenti contatti:

Mail: squizzato@marchioce.net

Tel: +39 347 3233851


Fonte notizia: https://dichiarazionediconformita.eu/2021/06/23/sicurezza-dei-servizi/?


servizio | servizi | pericolo | danni | funivia Mottarone | sicurezza |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Ing. Antonio Valente – Vice Direttore Direzione Centrale Progettazione - ANAS


Inferriate di sicurezza: solidità e bellezza di grate per porte e finestre per sentirsi più sicuri.


Come migliorare la tutela della salute e sicurezza sul lavoro


Difficoltà con il plugin Foscam? IE Tab è la soluzione


L’IT non è sicurezza IT


Etichette di Sicurezza


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Regolamento (UE) 2019/1020 sull’importazione

Regolamento (UE) 2019/1020 sull’importazione
IMPORTATORI ATTENZIONE CI SONO DIVERSE NOVITA’ INTRODOTTE PER IMPORTARE LA MERCE DAL NUOVO REGOLAMENTO (UE) 2019/1020 Il Regolamento sulla vigilanza del mercato e sulla conformità dei prodotti, che parla anche delle regole di importazione, modifica alcuni punti importanti di precedenti regolamenti questo ambito. IMPORTATORI ATTENZIONE CI SONO DIVERSE NOVITA’ INTRODOTTE PER IMPORTARE LA MERCE DAL NUOVO REGOLAMENTO (UE) 2019/1020Il Regolamento sulla vigilanza del mercato e sulla conformità dei prodotti, che parla anche delle regole di importazione, modifica alcuni punti importanti di precedenti regolamenti questo ambito.Cosa chiarisce il Regolamento (UE) 2019/1020 sull’imp (continua)

Marcatura CE Materassi come dispositivo medico

Marcatura CE Materassi come dispositivo medico
Una nota pubblicità usa questa frase “materasso con dispositivo medico” che indica un materasso con marcatura CE. Il cliente è portato a pensare che il dispositivo medico sia un optional ossia che si possa acquistare il materasso con o senza questa caratteristica e che, acquistandolo “con dispositivo medico”, possa avere diritto alle agevolazioni fiscali previste dallo Stato e quindi risparmiare sul suo prezzo totale. Marcatura CE Materassi come dispositivo medicoPrefazioneUna nota pubblicità usa questa frase “materasso con dispositivo medico” che indica un materasso con marcatura CE.Il cliente è portato a pensare che il dispositivo medico sia un optional ossia che si possa acquistare il materasso con o senza questa caratteristica e che, acquistandolo “con dispositivo medico”, possa avere diritto alle (continua)

Marcatura CE siringhe e aghi per vaccino

Marcatura CE siringhe e aghi per vaccino
La marcatura CE di siringhe e aghi per vaccino è d’obbligo perchè questi prodotti sono disciplinati dal Regolamento (UE) 2017/745 sui dispositivi medici. La marcatura CE di siringhe e aghi per vaccino è d’obbligo perchè questi prodotti sono disciplinati dal Regolamento (UE) 2017/745 sui dispositivi medici.L’arrivo del vaccino anticovid, che speriamo ci porti fuori da questa situazione tanto grave quanto pesante da sopportare, pone un’altra necessità di approvvigionamento.Infatti, dopo le mascherine, i termometri, gli ossimetri, i camici e molto alt (continua)

CANCELLERIA

CANCELLERIA
I prodotti da cancelleria rappresentano un prodotto bivalente, cioè nonostante sia definita chiaramente la natura è la destinazione d’uso che determina la categoria a cui appartengono, essi possono essere considerati, giocattoli se destinati ai minori di 14 anni per scopi ludici, oppure prodotti generici se vengono impiegati come sussidi didattici e come materiale per ufficio. Questa possibile distinzione comporta una differente gestione per quanto riguarda l’aspetto formale, infatti i giocattoli hanno l’obbligo di riportare il marchio CE su di essi o sulle confezioni, mentre i prodotti generici non devono e non possono riportare il marchio CE. CANCELLERIALo sapevi che tutti i prodotti di cancelleria devono rispettare delle norme di prodotto e che il produttore deve garantire la sicurezza di tutti i suoi prodotti?Per questo motivo deve avere un fascicolo tecnico per ognuno di essi e rilasciare una dichiarazione di conformità e delle istruzioni d’uso. Inoltre, devono essere sempre identificabili il produttore ed il prodotto.La nostra soci (continua)

Marcatura CE dei prodotti in fibra di basalto

Marcatura CE dei prodotti in fibra di basalto
È necessaria la marcatura CE dei prodotti in fibra di basalto? In questo articolo, Ti diamo la risposta e Ti spieghiamo come fare. L’acciaio ad aderenza migliorata e le reti elettrosaldate sono utilizzate da decenni nella realizzazione di manufatti in cemento armato.Certamente sono noti pressoché a tutti, perché? A tutti è capitato di vederli qualche volta nei cantieri o nei lavori edili a casa nostra.Sicuramente molto meno noti, anche agli addetti ai lavori, sono gli stessi prodotti realizzati in fibra di basalto.Sia i tondi (continua)