Home > Economia e Finanza > Contadini 2.0, i giovani del sud scelgono la terra

Contadini 2.0, i giovani del sud scelgono la terra

articolo pubblicato da: Antonio Citera | segnala un abuso

Contadini 2.0, i giovani del sud scelgono la terra

 

Un ritorno al passato come antidoto alla mancanza di lavoro

La crisi dell’occupazione giovanile in Italia (soprattutto nel Sud) è molto forte e questa tendenza spinge sempre più, soprattutto i figli di agricoltori, di fronte alla difficoltà di trovare un impiego, a dedicarsi all’azienda di famiglia.

Pastorizia, agriturismo o, semplicemente contadini, i nostri ragazzi si dilettano, complici i finanziamenti in materia, a costruirsi un futuro ritornando al passato. Usano il web e la tecnologia, uno su quattro è laureato e otto su dieci vanno periodicamente all’estero, hanno un livello culturale più elevato delle passate generazioni e questo li aiuta a confrontarsi con la concorrenza.

Una carta d’identità che li abilita a sostenere le sfide del mercato globale sempre più esigente e sempre più alla ricerca della qualità biologica. Per questo motivo, numeri alla mano, più del 70% delle imprese giovani opera (inoltre) in attività che mirano all’ecosostenibilita’, alla tutela ambientale e all’attenzione al sociale.

Fattorie didattiche, agricoltura sociale ed educazione alimentare e ambientale con le scuole sono le attività che più di tutte stanno prendendo il sopravvento tra i neo “contadini 2.0”.

 

Sud | contadini | giovani |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA "LA MIA TERRA


A Clavesana secondo step del progetto “Da Terra Marginale a Terra Originale”: il futuro sostenibile dell’agricoltura in Langa in tre mosse


RADICI DEL SUD 2019: IL FUTURO DEI VINI DEL MEZZOGIORNO È NEGLI AUTOCTONI


Parte Gafinforma: prima tappa a Benevento il 19 febbraio 2013


RADICI DEL SUD 2018: VINCE LA TIPICITÀ


RADICI DEL SUD 2018: I VINI DEL SUD ITALIA SEMPRE PIÙ INTERNAZIONALI


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Sanza: tanti cinghiali, troppi!

Sanza: tanti cinghiali, troppi!
  Li vedi ovunque, mamme e cuccioli al seguito. Paura e stupore tra i residenti, specialmente quelli che abitano in periferia che, spesso se li ritrovano sull'uscio. Niente cambia se niente si cambia. L’emergenza cinghiali nel  territorio si fa sempre più acuta. Un problema annoso che viste le conseguenze “ disastrose “ urge di una immediata soluzione. A pag (continua)

San Martino, la Torre di Sanza

San Martino, la Torre di Sanza
  Tra vicoli e storia,la Torre di San Martino a Sanza (SA) sovrasta nella sua maestosità. Una storia tutta da raccontare, da tramandare di generazione in generazione, una storia fatta di bellezza, creatività ma soprattutto di vita, di opere, le stesse che i nostri antenati ci hanno lasciato. La Torre Campanaria riflette tutto ciò, con grazia e con grinta. Di origini me (continua)

Sanza: apertura Santuario Madonna del Cervati.

Sanza: apertura Santuario Madonna del Cervati.
Il Rito si terrà il 9 giugno prossimo. Il Santuario resterà aperto tutte le domeniche fino al 13 ottobre, data in cui è prevista la chiusura dello stesso. Ubicato a quasi duemila metri di altezza sulla vetta del Monte Cervati,domina l'intera regione Campania. Migliaia di anni di storia religiosa, una devozione a tratti magica quella che unisce il popolo di Sanza alla Vergine del Cervat (continua)

Semplicemente Sanza, la bellezza di un luogo incontaminato

Semplicemente Sanza, la bellezza di un luogo incontaminato
  Semplicemente Sanza mi vien da dire, tra mille bellezze tutte da scoprire, per poter dire un giorno: ci sono stato anche io…. A pochi km dal mare, ai piedi del monte Cervati.  Situato a sud della provincia di Salerno, il territorio di Sanza è la meta ideale per chi vuole vivere la natura senza Ogm. Giunto a Sanza il viaggiatore ha la sensazione di trovarsi in un luo (continua)