Home > Economia e Finanza > Nasce a Salerno la prima Scuola di Europrogettazione

Nasce a Salerno la prima Scuola di Europrogettazione

scritto da: Antonio Citera | segnala un abuso

Nasce a Salerno la prima Scuola di Europrogettazione


Orientarsi nel quadro dei finanziamenti europei e cogliere occasioni di sviluppo per la realizzazione di progetti innovativi non sarà più un problema per imprese ed enti locali. Sarà presentata sabato 7 dicembre, alle ore 10.00, presso la sede di “Scuola Nuova Formazione Lavoro”, in Corso Vittorio Emanuele 58, a Salerno, la prima Scuola di Europrogettazione. Nell’attuale fase di instabilità economica, i contributi europei costituiscono imperdibili occasioni di sviluppo per le imprese e una strada obbligata per quegli enti locali per realizzare progetti innovativi, impossibili da supportare con forme ordinarie di finanziamento. Una frontiera lavorativa in continua evoluzione quella legata all’Europrogettazione, nella quale operano quei professionisti capaci di curare la partecipazione di imprese e enti pubblici ai bandi Ue per aggiudicarsi i fondi europei. La Scuola di Europrogettazione salernitana è promossa da “Scuola Nuova Srl” e “WE Project” e gode dei patrocini di Comune e Provincia di Salerno. Prenderanno parte ai lavori: Alessandro Ferrara, Presidente del Consiglio comunale di Salerno; Vito Bisogno, Direttore Scuola Nuova S.r.l.; Luigi Bisogno, Presidente “CISL Giovani Salerno” e co-founder Scuola di Europrogettazione; Daniele Cuomo, progettista e founder “We Project”; Giuseppe Baldassarre, segretario “CISL Salerno” con delega alle politiche attive e giovanili; Francesco Piemonte, Presidente dell’associazione Moby Dick; Sabato Aliberti, docente presso l’Università degli Studi di Salerno; Sara Di Matteo, coordinamento “Forum dei Giovani Provincia di Salerno”; Stefano Rainone, direttore "Startup Grind U Salerno". Il tavolo sarà moderato dalla giornalista Giovanna Naddeo. «Un’iniziativa di gran rilevanza nell’ambito della formazione professionale» - dichiara Vito Bisogno. «Sabato presenteremo il programma completo, accompagnato dalla testimonianza di professionisti che vivono quotidianamente le progettualità finanziate dall’Europa». «Negli ultimi anni sono stati oltre 200mila i giovani che hanno abbandonato il Sud, alla ricerca di nuove opportunità» - sottolinea l’europrogettista Daniele Cuomo. «Questo corso vuole rappresentare un’importante occasione di sviluppo e innovazione, attraverso una formazione seria e qualificata, con l’obiettivo di creare figure professionali in grado di operare nel settore e contrastare l’emigrazione giovanile». «Dopo il grande successo riscosso dai corsi dedicati all’Europrogettazione, promossi in alcuni appuntamenti dalla CISL Giovani Salerno» - aggiunge Luigi Bisogno, «nasce l'ambiziosa idea di lanciare una scuola di formazione, nel capoluogo salernitano, per formare professionisti in grado di pianificare e gestire al meglio le risorse messe a disposizione dall’Unione Europea».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

"Sistema Portuale e Sviluppo Integrato", alla Stazione Marittima di Salerno il Forum Economia


Domenica 22 marzo la XII edizione di Dire Danza al Teatro delle Arti


Appuntamento sabato al Teatro Augusteo con I-pop Festival


Salerno: buona la prima per I-Pop Festival, evento per Ail Salerno


ANTIRICICLAGGIO, REGOLE TECNICHE E LORO APPLICAZIONE: VENERDÌ COMMERCIALISTI E GUARDIA DI FINANZA DI SALERNO SI CONFRONTANO IN UN CONVEGNO


SIMONE NOLASCO TESTIMONIAL DI DIRE DANZA


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

I giochi di 'Ieri'... quelli che facevano crescere

I giochi di 'Ieri'... quelli che facevano crescere
Giochi semplici, innocenti, innocui, erano quelli che 'una volta' facevano diventare grandi. Non computer, non contaminazioni, ma sano divertimento che aiutava a crescere e a confrontarsi con una realtà diversa da quella attuale. Un semplice rametto poteva diventare una fionda con la quale lanciare palline di carta o sassolini, con un foglio si costruivano una barchette da inseguire me (continua)

La vera essenza del Presepe tra storia e presente

La vera essenza del Presepe tra storia e presente
Una tradizione ancora molto viva, il presepe ha segnato e segna la vera identità Cristiana. Da quello vivente, con le persone che recitano le parti della Sacra Famiglia e degli altri personaggi a quello quello con le statue in miniatura. Lo trovi nelle scuole, nelle chiese, in quasi ogni casa. Come spesso accade però in occasione del Natale, in maniera irrazionale proprio sul &ldqu (continua)

Sanza: tanti cinghiali, troppi!

Sanza: tanti cinghiali, troppi!
  Li vedi ovunque, mamme e cuccioli al seguito. Paura e stupore tra i residenti, specialmente quelli che abitano in periferia che, spesso se li ritrovano sull'uscio. Niente cambia se niente si cambia. L’emergenza cinghiali nel  territorio si fa sempre più acuta. Un problema annoso che viste le conseguenze “ disastrose “ urge di una immediata soluzione. A pag (continua)

San Martino, la Torre di Sanza

  Tra vicoli e storia,la Torre di San Martino a Sanza (SA) sovrasta nella sua maestosità. Una storia tutta da raccontare, da tramandare di generazione in generazione, una storia fatta di bellezza, creatività ma soprattutto di vita, di opere, le stesse che i nostri antenati ci hanno lasciato. La Torre Campanaria riflette tutto ciò, con grazia e con grinta. Di origini me (continua)

Contadini 2.0, i giovani del sud scelgono la terra

Contadini 2.0, i giovani del sud scelgono la terra
  Un ritorno al passato come antidoto alla mancanza di lavoro La crisi dell’occupazione giovanile in Italia (soprattutto nel Sud) è molto forte e questa tendenza spinge sempre più, soprattutto i figli di agricoltori, di fronte alla difficoltà di trovare un impiego, a dedicarsi all’azienda di famiglia. Pastorizia, agriturismo o, semplicemente contadini, i no (continua)