Home > Cultura > AD AREZZO ARTINI, SANTORI E MARTELLI PROPONGONO UN POSTO D'ONORE PER CAMILLERI NELLA LETTERATURA ITALIANA

AD AREZZO ARTINI, SANTORI E MARTELLI PROPONGONO UN POSTO D'ONORE PER CAMILLERI NELLA LETTERATURA ITALIANA

articolo pubblicato da: tognak | segnala un abuso

AD AREZZO ARTINI, SANTORI E MARTELLI PROPONGONO UN POSTO D'ONORE PER CAMILLERI NELLA LETTERATURA ITALIANA

UN POSTO D'ONORE PER ANDREA CAMILLERI, PADRE DEL COMMISSARIO MONTALBANO, NELLA LETTERATURA ITALIANA. QUESTA LA PROPOSTA AVANZATA SABATO 12 OTTOBRE 2019 ALLA BIBLIOCOOP DI AREZZO.

Il ricordo di Andrea Camilleri, il padre del Commissario Montalbano, è avvenuto ad Arezzo, nel pomeriggio di sabato 12 ottobre 2019, presso la Sala Soci attigua alla Bibliocoop di viale Amendola. Il giovane giornalista Marco Botti, autore delle famose camminate artistiche per il centro storico della città antica, ha introdotto i 3 presidi che hanno chiesto per il nostro autore un posto d’obbligo nelle nuove storie della letteratura italiana, dopo aver ricordato che lo scrittore scomparso il 17 luglio scorso ha prodotto ben 102 libri tradotti in 120 lingue diverse e venduti in 126 milioni di copie in tutto il mondo.

Alessandro Artini dal vasto curriculum ( ha studiato anche l’emigrazione aretina in Svizzera), tra l’altro direttore della biblioteca “Città di Arezzo”, ha esordito dicendo che il commissariato di Montalbano, dove ci si guarda negli occhi e si dialoga anche con i delinquenti e dove ci sono fra colleghi legami di fiducia interpersonale assomiglia molto al clima delle Pubbliche Amministrazioni, un antidoto contro la società liquida, fredda, individualistica e senza contatti dei gialli nordici alla Cromwell ed alla Nesbo, contro la globalizzazione che in questi giorni liquida in modo vergognoso i kurdi che hanno lottato per l’Occidente e vengono soffocati dai Turchi con le armi italiane tecnologicamente superiori a quelle dei partigiani montanari del Kurdistan.

Matteo Martelli ha ricostruito la formazione di Camilleri, un greco antico della Sicilia, amante di Pirandello e di Shakespeare, inizia come poeta, si prende un calcio nelle palle dal gerarca Pavolini a Firenze che gli cambia la vita, si fa le ossa in Rai sceneggiando e riducendo i grandi romanzi russi ottocenteschi per quasi 20 anni, nel 1968 torna alla letteratura e nel 1994 inizia a raccontare di Montalbano, a quasi 70 anni. Autodefinitosi Contastorie, il piacere che lui provava a narrare sapeva trasmetterlo al lettore inventando così il genere giallo civile sociale all’italiana.

Claudio Santori ha concluso dicendo che Camilleri, qualsiasi cosa scriva, è teatro, basti pensare alla telefonata urgente inventata che Montalbano inventa per sfuggire al questore molesto ed impiccione, oppure alle storie inventate da un nipote per spillare soldi allo zio. Esce di scena facendo l’attore per la prima e l’ultima volta nella sua vita l’anno scorso, interpretando Tiresia, l’indovino cieco della tragedia greca che chiude gli occhi al mondo per aprirli all’Oltremondo, da dove adesso Andrea ci guarda mentre parliamo di lui, ad Arezzo, durante una bella ottobrata mite e soleggiata. (Luca Tognaccini)

CULTURA | ALESSANDRO ARTINI |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

ALESSANDRO ARTINI PRESENTA, AD AREZZO, IL LIBRO DI JULIAN CARRON, CON MARIELLA CARLOTTI.

ALESSANDRO ARTINI PRESENTA, AD AREZZO, IL LIBRO DI JULIAN CARRON, CON MARIELLA CARLOTTI.
“Dov’è Dio?” è il titolo dell’ultimo libro di Julian Carron presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione: una domanda postmoderna questa, nel Novecento invece ci si sarebbe chiesto “DIO ESISTE?”, così ha esordito Barbara Polvanesi del Centro Culturale di Arezzo, il 12 ottobre alle 18,40, nella Casa dell’Energia di Via Leone Leoni 1, introducendo Alessandro Artini Preside dell’ITIS “Galil (continua)

MASSIMO BORGHESI RACCONTA GLI STUDI DI PAPA FRANCESCO

MASSIMO BORGHESI RACCONTA GLI STUDI DI PAPA FRANCESCO
NELLA FOTO: A SINISTRA BAUMAN TEORICO DELLA SOCIETA' LIQUIDA, A DESTRA MASSIMO BORGHESI. Pensavate che bastasse studiare pochino per fare il Papa? Vi sbagliate di grosso. Se non mi credete, leggete l'ultimo libro di Massimo Borghesi, professore universitario a Perugia, intitolato "Jorge Mario Bergoglio: una biografia intellettuale : dialettica e mistica", edito da Jaka Book, Milano, prima rista (continua)

AD AREZZO, MARCO BOTTI E GIORGIO FERI DI NUOVO ALLA RIBALTA, CON "ZIBALDONE 2".

AD AREZZO, MARCO BOTTI E GIORGIO FERI DI NUOVO ALLA RIBALTA, CON
È iniziata così, con un colpo di teatro ben riuscito, la presentazione del libro intitolato “Zibaldone Aretino 2” e sottotitolato “racconti, personaggi, storie di Arezzo”, nel tardo pomeriggio del 20 dicembre, presso la Sala Bibliocoop all’interno del supermercato di via Vittorio Veneto, nella Città della Chimera, nell’ambito del ciclo di in (continua)

FOLCO TERZANI AL CONVITTO NAZIONALE DI AREZZO

FOLCO TERZANI AL CONVITTO NAZIONALE DI AREZZO
  “Ultra. La libertà è oltre il limite”, ultimo romanzo di Folco Terzani, presentato il 23 maggio al Convitto Nazionale di Arezzo. Continua la serie delle grandi storie vere ed interviste del padre giornalista. È una persona vera Michele, l’ultimo protagonista del romanzo di Folco Terzani. Ed è una storia vera quella che racconta, anche il nome (continua)

FABRIZIO BIONDI RECENSISCE "FANTASTORIA ARETINA" DI LUCA TOGNACCINI

FABRIZIO BIONDI RECENSISCE
Arezzo e la sua storia di fabrizio biondi Arezzo è conosciuta nel mondo come Città dell’oro e della Giostra del Saracino. Nacque in epoca pre-etrusca in una zona abitata fin dalla preistoria, come dimostra il ritrovamento di strumenti di pietra e del cosiddetto “Uomo dell’Olmo”, risalente al Paleolitico, avvenuto nei pressi della frazione dell’Olmo duran (continua)